Siria. Bombe su Aleppo, 25 morti e 40 feriti. Isis: “abbattuto aereo”.

Ancora morti in Siria. Secondo quanto riferito dai volontari delle forze di difesa civile, l’ultimo tragico bilancio dei bombardamenti su Aleppo sarebbe di almeno 25 morti e oltre 40 feriti.

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, sarebbe 25 i raid lanciati dal regime di Damasco contro i quartieri della città controllati dai ribelli dal 2012.

Soltanto poche ore prima l’inviato per la Siria, Staffan de Mistura, aveva riferito che “In 5 anni di conflitto in Siria i morti sarebbero 400mila, stime molto più alte di quelle Onu che parlano di una forbice tra 250 e 300 mila vittime”. “Questa tragedia deve finire – ha aggiunto- la tregua in vigore è in pericolo se non agiremo rapidamente”.

Per questo le Nazioni Unite hanno chiesto una riunione ministeriale d’urgenza tra i Paesi sostenitori della Siria per accelerare gli sforzi di pacificazione.

E’ stato inoltre annunciato il proseguimento dei negoziati fino al 27 aprile.

Isis annuncia: “Abbiamo abbattuto aereo in Siria” Il Califfato Islamico, noto anche con l’acronimo di ISIS, ha annunciato tramite la sua agenzia stampa Amaq, di avere abbattuto un caccia siriano vicino Damasco e di averne catturato il pilota.

Sarebbe stato inoltre postato un video che mostrerebbe i rottami di un MIG-23 abbattuto con armi antiaeree vicino al monte Dakwah, a Sud-Est di Damasco.

Nelle immagini si vedono jihadisti che camminano su parti dell’aereo che hanno insegne siriane. Secondo Amaq il pilota si chiama Azzam Eid e si sarebbe paracadutato vicino al luogo dove è caduto il Mig.

Nessun commento è giunto dal governo siriano.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Un pensiero riguardo “Siria. Bombe su Aleppo, 25 morti e 40 feriti. Isis: “abbattuto aereo”.”

  1. Sarebbe stato meglio chiarire chi ha lanciato queste bombe, perché il legittimo governo della Repubblica viene definito “regime”, su chi grava a responsabilità di aver provocato centinaia di migliaia di vittime innocenti e chi ha finanziato i “ribelli. Le splendide democrazie dell’Arabia Saudita, del Qatar della Turchia, appoggiate da USA, GB, France e Italy, portano sulla coscienza anche milioni di rifugiati e la distruzione dei territori che furono culla della civiltà, che gli archeologi di quello che chiamate “regime” hanno cercato di salvare anche pagando con la vita.
    Sarebbe il caso di dire che “l’osservatorio sui diritti umani in Siria” è una branca dei servizi segreti angloamericani con sede a Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *