Siria. Hudea alza le braccia per arrendersi ed emoziona il mondo

bambina siria

La piccola Hudea, bambina siriana alza le mani per arrendersi credendo che la macchina fotografica sia un’arma. Una foto che ha fatto il giro del mondo, simbolo di quanto i bambini sentano la guerra e la paura. Secondo gli ultimi dati ONU 5 milioni di siriani di cui 1 milione di bambini ha dovuto lasciare le proprie case.

Damasco, 1 aprile 2015 – Una bambina alza le mani al cielo in segno di resa. Ha paura. Di fronte a lei non un guerrigliero armato. Quello strumento scambiato dalla piccolina impaurita come un’arma mortale era soltanto una macchina fotografica dietro al quale c’era un pacifico fotografo, Osman Sagirli, di origine turca, che stava conducendo un reportage sulla sua permanenza in Siria intitolato ” The photographer who broke the internet’s heart”.

[easy_ad_inject_1]”Avevo una macchina fotografica con il teleobiettivo e la piccola l’ha scambiata per un’arma. Ho capito subito che si era spaventata, perché si è morsa le labbra e ha alzato le mani. Normalmente i bambini scappano, nascondono la loro faccia o sorridono quando vedono una fotocamera”.

ha raccontato il fotografo Osman Sagirli

La fotografia è stata scattata nel campo profughi di Atmeh nel nord della Siria al confine con la Turchia.

Quella bambina si chiama Hudea arrivata al campo profughi con la madre e due fratelli dopo un viaggio di 150 chilometri dalla loro casa di Hama la città dove abitava.

Come lei, almeno 5 milioni di siriani di cui 1 milione di bambini sono costretti a convivere, crescere, respirare la guerra in Siria. Come lei tanti bambini non hanno mai visto una macchina fotografica ma solo orrore, morte, distruzione e armi, tante armi.

Come lei, 5 milioni di bambini in Siria non possono giocare come i bambini occidentali. Sono costretti a nascondersi e nel caso, fuggire e diventare piccoli profughi con le loro famiglie.

Secondo gli ultimi dati diffusi dall’agenzia ONU UNHCR 5 milioni di siriani hanno già lasciato il loro paese. Tra essi, oltre un milione sono bambini.

La grande maggioranza dei rifugiati sono oggi in Libano, Giordania, Turchia, Egitto e Iraq. 6,5 milioni di cittadini siriani sono invece stati costretti a lasciare le loro case e sono oggi sfollati all’interno dei confini nazionali.

La foto della piccola Hudea è stata twittata la prima volta da Nadia Abu Shaban, una fotoreporter a Gaza che scriveva nel post “Fotografia scattata a una bambina siriana. Lei crede che ho in mano un’arma e non una macchina fotografica. Per questo si è consegnata”. La foto è diventata popolarissima e virale sui social network.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *