You are here
Home > Esteri > Siria. Raid governativi e russi colpiscono due ospedali e una scuola: 25 morti

Siria. Raid governativi e russi colpiscono due ospedali e una scuola: 25 morti

Fallback Image

Aleppo (Siria), 15 febbraio 2016 – Sarebbero almeno 25 le vittime di raid aerei governativi e russi che hanno colpito due ospedali e una scuola in Siria, a nord di Aleppo e nella provincia di Idlib. Uno degli ospedali colpiti era gestito da Medici Senza Frontiere.

Nella provincia di Idlib, a Marrat Numan, dove si trovava l’ospedale di Medici Senza Frontiere, sarebbero almeno sette le vittime ma secondo gli attivisti sarebbero dieci i morti sotto gli attacchi aerei. I raid aerei che hanno colpito ospedali in due sedi nel nord della Siria sono l’ultimo di una serie di attacchi contro strutture mediche e civili in cinque anni di guerra.

Secondo quanto riferisce Medici Senza Frontiere in un comunicato, la loro struttura sarebbe stata colpita quattro volte in due raid separati. Si ipotizza che i responsabili degli attacchi siano la Russia o le forze governative siriane poiché entrambi sono stati impegnati in un bombardamento aereo inesorabile su Idlib.

“Sembra essere stato un attacco deliberato contro una struttura sanitaria, e noi condanniamo questo attacco nei termini più forti possibili. La distruzione dell’ospedale lascia la popolazione locale, circa 40.000 persone, senza accesso ai servizi medici in una zona attiva del conflitto”

ha detto Massimiliano Rebaudengo, capo missione di MSF in Siria.

Secondo il Britain-based Syrian Observatory for Human Rights gli aerei da guerra russi avrebbero preso di mira l’ospedale di fortuna, distruggendolo e uccidendo nove persone. Il gruppo di opposizione, che segue entrambi i lati del conflitto attraverso fonti sul campo, ha detto che decine di persone sono rimaste ferite nell’attacco.

In altro incidente, attivisti dell’opposizione siriana hanno riferito che un missile ha colpito un ospedale pediatrico nella città ribelle di Azaz, vicino al confine con la Turchia, uccidendo 10 persone e ferendone più di 30. Il primo ministro turco, Ahmet Davutoglu, ha detto che un missile balistico russo aveva colpito la città. Ankara avrebbe bombardato posizioni curde vicino Azaz durante il fine settimana.

L’attacco missilistico in Azaz, vicino al confine turco, ha ucciso cinque persone in ospedale, tra cui tre bambini e una donna incinta, e il ferimento di più di 30.

Sempre oggi, un terzo raid aereo ha colpito una scuola nel villaggio di Kaljibrin, nei pressi di Azaz, uccidendo sette persone e ferendone altre.

Intanto a Bruxelles, i funzionari dell’Unione europea lunedì hanno invitato la Turchia a fermare la sua azione militare in Siria dopo che le forze turche hanno bombardato posizioni detenute da una milizia curda sostenuta dagli Stati Uniti durante il fine settimana.

Mena Cirillo
Appassionata di divulgazione dal 2001 al 2009 ho collaborato con la testata giornalistica Salus.it e dal 2009 al 2011 con Italia News. Per contattarmi: notizie@notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top