Caccia russo Su-24 abbattuto da Turchia al confine con la Siria. Lavrov:”non andante più in Turchia”

Damasco, 24 novembre 2015 – Turchia abbatte aereo al confine con la Siria: Intanto, secondo quanto reso noto dall’emittente turca Haberturk Tv, aerei turchi avrebbero abbattuto un aereo da guerra russo nella zona di confine tra Siria e Turchia.

[easy_ad_inject_1] 17:00 Il ministro degli Esteri russo, Lavrov, ha annullato la visita in programma per domani in Turchia, decisione presa per l’abbattimento del caccia russo da parte dell’aviazione di Ankara.

Il ministro russo ha anche invitato i cittadini russi a non andare in Turchia.
Il presidente turco Erdogan ha convocato un vertice di sicurezza.

16:01 Uno dei due piloti del caccia Sukhoi Su-24 russo abbattuto sarebbe morto. E’ quanto sostiene un gruppo di ribelli siriani mostrando, in un video, uno dei piloti russi,apparentemente “morto”

Il governo Russo mediante un portavoce di Putin ha fatto sapere che è ancora presto per parlare delle conseguenze nei rapporti tra Mosca e Ankara nell’abbattimento del jet, ma ciò che è avvenuto stamane è considerato “un incidente molto serio”.

L’abbattimento: Il fatto sarebbe avvenuto in Siria nella zona di Latakia, vicino al confine con la Turchia. La Cnn turca aggiunge che il velivolo è stato abbattuto per aver violato lo spazio aereo di Ankara e i due piloti sarebbero riusciti a lanciarsi con il paracadute.

Vladimir Putin però, incontrando il re di Giordania Abdullah II, ha dichiarato che l’abbattimento “Avrà conseguenze tragiche nei rapporti tra Russia e Turchia”. E ha precisato che il jet è stato colpito da un F16 turco con un missile aria aria, mentre volava sul territorio siriano a un km dal confine turco.

15:30 Nave da guerra russa passa stretto Turchia: Secondo l’agenzia Dogan, la nave da guerra russa Yamal ha attraversato lo stretto dei Dardanelli, nel nord-ovest della Turchia, pochi minuti dopo che gli F-16 di Ankara avevano abbattuto un jet russo.
Si tratta dello stretto che collega il mar di Marmara all’Egeo e che fa da confine tra Europa e Asia.

15:00- La Turchia aveva inviato una lettera all’ONU denunciando bombardamenti russi tra civili: La Turchia avrebbe inviato all’ONU prima dell’abbattimento del jet russo, una lettera ufficiale al presidente del Consiglio di Sicurezza e al segretario generale Ban KiMoon nella quale condannava i raid di Mosca a ridosso del confine, in particolare quelli condotti con le bombe a grappolo.
“Questi attacchi -si legge nella lettera- hanno causato enormi perdite tra i civili. Convocata d’urgenza una riunione straordinaria della Nato. Si tratta del primo abbattimento di un aereo russo da parte di uno Stato membro della Nato dagli anni ’50.

11:30 Mosca:”aereo abbattuto è russo”. Secondo il Governo di Mosca sarebbe russo il jet abbattuto dai Turchi. E’ quanto rende noto il ministero della Difesa russo che aggiunge si tratterebbe di un caccia Sukhoi-24,un bombardiere tattico a bassa quota. Mosca conferma che i due piloti sono riusciti a lanciarsi con il paracadute.

Secondo l’agenzia Interfax il Ministero della Difesa russo avrebbe le prove che il velivolo era rimasto nello spazio aereo siriano per tutta la durata del volo pertanto l’attacco turco sarebbe ingiustificato.

La Cnn turca informa che un pilota del jet abbattuto è stato catturato dalle milizie turcomanne anti-Assad,nel nord della Siria. Il secondo pilota del jet abbattuto sarebbe tuttora disperso.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *