Sirte (Libia), no jihadisti Isis infiltrati tra migranti verso l’Italia

Isis

La Guardia Costiera libica per la regione centrale, attraverso il suo comandante rassicura sulla possibilità che jihadisti Isis possano fuggire via mare da Sirte infiltrandosi tra i migranti sui barconi verso l’Italia.

“Non vi è alcuna possibilità che elementi dell’organizzazione dello Stato islamico (Is) fuggano da Sirte attraverso il mare” ha detto il comandante. “La marina ha circondato completamente le coste di Sirte per impedire agli elementi dell’Is di fuggire via mare” assicura il comandante libico.

Nei giorni scorsi il Copasir (comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica italiana) aveva lanciato l’allarme sui jihadisti in fuga da Sirte infiltrati tra i migranti. Giacomo Stucchi, presidente del Copasir, dichiarò all’Agi che “Cresce il rischio che dei militanti possano fuggire in Europa anche via mare” aggiungendo che
se fino ad oggi, infatti, “è stato altamente improbabile, se non impossibile che Daesh facesse viaggiare suoi affiliati sui barconi, esponendo ai rischi oggettivamente alti della traversata uomini su cui aveva investito in tempo e soldi” con la sconfitta dello Stato Islamico a Sirte è subentrato il caos “e nella fuga dalla Libia quelli che non sono diretti verso sud potrebbero anche decidere di tentare la carta del viaggio in mare verso l’Europa. Sono cani sciolti, gente allo sbando, che scappa – ha sottolineato Stucchi – poi si tratta di capire quali intenzioni ha chi dovesse davvero arrivare in questo modo: semplicemente far perdere le proprie tracce oppure voler continuare a “combattere” in nome della propria causa?”.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *