You are here
Home > Italia > Sisma, Governo vara decreto. Renzi: “Risarcimento anche per le seconde case”

Sisma, Governo vara decreto. Renzi: “Risarcimento anche per le seconde case”

matteo renzi

Il Governo continua ad operare per le popolazioni colpite dal terribile terremoto che ha sconvolto il Centro Italia il 24 agosto scorso.

Il premier Matteo Renzi ha annunciato “Anche le seconde case del cratere saranno ristorate ed è questa la novità del decreto”, un segnale per mantenere viva l’economia del territorio. Lo ha a margine di un incontro con i sindaci dei Comuni terremotati a Arquata del Tronto. E’ questa una delle previsioni contenute nel decreto appena varato dal Governo.

L’approvazione del decreto sul sisma era stato già annunciato da Renzi con un tweet postato al termine del Consiglio dei Ministri, che ha dato il via libera alle misure urgenti per la ricostruzione delle zone colpite dal terremoto: “Approvato stamattina il decreto legge #terremoto.Avevamo promesso: non vi lasceremo soli.E così faremo.Tutti insieme”.

Su eventuali responsabilità del sisma, Renzi ha aggiunto, “la magistratura farà la sua parte, noi siamo a disposizione”. Ora “dobbiamo soprattutto pensare a ricostruire, evitando gli sperperi che ci sono stati in passato”. Poi da Accumuli Renzi ha ribadito:”Non vi abbandoneremo”.

Anche gli imprenditori aiutino – “Ci vorranno anni per ricostruire” le aree distrutte dal terremoto, “sarà una impresa difficile ma ci metteremo tutto quel che serve, come promesso” ha detto Renzi in visita allo stabilimento Tod’s di Casette d’Ete (Fermo).

Nel ringraziare il patron Della Valle che annuncia l’apertura di una fabbrica ad Arquata, una delle aree colpite dal sisma Renzi ha riconosciuto che in questo modo si dà “il segnale che anche il privato può dare una mano”.

Il Commissario per la ricostruzione Errani, in conferenza stampa a Palazzo Chigi ha spiegato che “Tutte le imprese che lavoreranno nel terremoto devono essere iscritte nelle White List e per la prima volta si istituirà una struttura speciale, presso il Ministero dell’Interno, dedicata alle White List, nel caso le imprese non siano in regola”. Errani prevede “tempi significativamente più rapidi rispetto ad altre esperienze, partendo dalla consapevolezza che ricostruire centri storici richiede anni”.

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti ha spiegato che il decreto del governo per la ricostruzione nelle zone terremotate stanzia 300 milioni subito per l’emergenza e 4,5 miliardi la messa in sicurezza degli edifici pubblici e privati. I fondi, ha spiegato, sono già previsti “nella legge di bilancio che approveremo sabato”. I contributi diretti che arriveranno dalla Commissione europea, ha poi aggiunto, “saranno limitati a circa il 6% della spesa complessiva”.

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top