Smartphone e cellulari: 9 persone su 10 soffrono di sindrome da vibrazione fantasma

Atlanta, Georgia (USA), 13 gennaio 2016 – Avete mai avuto la sensazione che il vostro smartphone vibrava ma controllandolo vi siete resi conto che in realtà lo avevate solo immaginato? Ebbene, non preoccupatevi: non accade solo a voi ma è un fenomeno molto diffuso, tanto da colpire nove persone su dieci.

Si tratta della cosiddetta “sindrome da vibrazione fantasma” che si verifica, appunto, quando una persona pensa che il suo smartphone o telefono cellulare sta vibrando quando in realtà non lo sta facendo e non c’è né una telefonata né un messaggio in arrivo.

Secondo un recente studio americano del Georgia Institute of Technology, pubblicato sulla rivista Computers in Human Behaviour, nove persone su dieci soffrirebbero di questa particolare sindrome.

I ricercatori ritengono che questo strano fenomeno del sentire le vibrazioni dello smartphone quando in realtà non sta accadendo nulla, può dipendere da due fattori quali l’incidenza della tecnologia sui meccanismi del cervello e la sua conseguente possibilità di alterare il comportamento umano, oppure dall’effetto dell’ansia.

L’autore dello studio, Robert Rosenberger, professore di filosofia alla School of Public Policy, spiega che “si percepiscono e scambiano come vibrazioni del cellulare quelli che in realtà sono i piccoli e frequenti spasmi muscolari”, sottolineando che la tendenza a controllare spesso il cellulare deriva dalla natura umana stessa di bisogno di controllare se ci sono chiamate o messaggi fino a farla diventare quasi un’ossessione.

“E’ sorprendente quante persone soffrano della sindrome da vibrazione fantasma. Un recente studio condotto tra studenti universitari ha segnalato che il 90% di loro dice di provare queste vibrazioni fantasma, anche se la cosa non sembra irritarli. Ci sono due teorie alla base del fenomeno: una è che la tecnologia sta modificando il nostro cervello, l’altra è che siamo semplicemente ansiosi. Tutti questi diversi tipi di tecnologie, tra cui email e messaggi finiscono per rendere nervosi e irritabili per il dover rispondere a messaggi e posta”

ha detto Rosenberger.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *