Solstizio d’estate 2016. Luna di fragola, poi evento Saturno e nuove scoperte su Giove

Ritorna il solstizio d’estate, quest’anno particolarmente speciale vista la concomitanza di eventi astronomici: la luna di fragola che ritornerà soltanto il 21 giugno 2062, Saturno particolarmente brillante e in vista, Giove che sarà presto raggiunto dalla sonda Juno dopo cinque anni di viaggio.

L’evento più immediato è la “luna di fragola”, una luna piena che i nativi americani chiamavano proprio “Strawberry Moon” per il fatto che capitava nel mese della raccolta delle fragole.

L’ultima luna piena di fragola capitò nel 1967.

Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope di Roma, spiega al Fatto Quotidiano che “Alle 22:34 del 20 giugno, ora di Greenwich, (quando in Italia saranno le 00:34 del 21 giugno, ndr), il Sole raggiungerà la sua massima declinazione, la distanza angolare dall’equatore celeste, nell’emisfero settentrionale. In questa porzione del globo, la nostra stella resterà per il massimo numero di ore al di sopra dell’orizzonte. Di contro, per gli abitanti dell’emisfero sud sarà il solstizio d’inverno”.

Il sole si è levato alle 5:36, e tramonta alle 20:51. Il giorno dura, quindi, 15 ore e 15 minuti. Da oggi in poi le giornate torneranno ad accorciarsi fino al solstizio d’inverno il 21 dicembre prossimo.

Occhi puntati anche su Saturno particolarmente brillante, e in onore del pianeta con gli anelli il 25 giugno si celebra la quinta edizione di “Occhi su Saturno”, evento che richiamerà astrofili ed appassionati a puntare i propri telescopi verso Saturno. Per chi non è dotato di attrezzatura idonea potrà osservare in diretta streaming attraverso il Virtual Telescope.

Dopo Saturno tutta l’attenzione sarà puntata su Giove a partire dal 4 luglio prossimo quando il grande pianeta gassoso sarà raggiunto dalla sonda “Juno” della Nasa dopo cinque anni di viaggio, un progetto nel quale l’Italia, con l’Agenzia spaziale italiana (Asi), è partner principale. Juno ci rivelerà nuove conoscenze su Giove.

Il solstizio d’estate nel mondo – celebrato ieri anche da Google con un doodle dedicato, ha da sempre rappresentato l’occasione di celebrazioni e festività in tutto il mondo.

Le popolazioni celtiche salutavano il solstizio d’estate con falò che avevano il significato di aggiungere potenza all’energia del sole.
In Gran Bretagna, a Stonehenge, sopravvivono gli imponenti ruderi di un tempio druidico dove al solstizio d’estate il Sole si leva al di sopra della Heel Stone.

In Cina viene celebrata la “festa di Li”, la dea cinese della luce. Lo celebrano i culti solari dal Polo Nord alla Polinesia, passando per Africa, Indonesia e Sudamerica senza dimenticare quelli degli indiani d’America e nell’antico Egitto, dei i Maya e gli Inca.

Con la stessa forza il soltizio d’estate si celebra ancora oggi: a New York si è svolta la tredicesima edizione della Solstice Yogathon, megaraduno per il saluto al Sole che si tiene a Times Square dalle 7 del mattino al tramonto.

A Seattle si celebra dal 1989 la Fremont Solstice Parade, una parata di carri allegorici arricchita da performance di artisti di strada.

In Islanda si tiene l’Iceland’s Secret Solstice Midnight Sun Music Festival, una tre giorni di musica quasi tutti alla luce del sole visto che lì in questo periodo il Sole tramonta verso mezzanotte per risorgere tre ore dopo.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it