Superpoteri a Franco Gabrielli per Roma e Giubileo. Raffaele Fitto: “Marino resti pure in vacanza”

Roma, 29 agosto 2015 – Il Ministro dell’Interno Angelino Alfano assicura che Roma non sarà commissariata ma, mentre il sindaco Marino si gode le sue lunghe vacanze, il Governo ha affidato al prefetto Gabrielli ampi poteri e avrà il compito di affiancare il primo cittadino di Roma nel risanamento in vista del Giubileo e alla luce dell’inchiesta della magistratura su ‘Mafia Capitale’

[easy_ad_inject_1] Al termine del Consiglio dei Ministri di ieri, Alfano ha chiarito sul commissariamento che “Anche se la legge lo prevede, abbiamo ritenuto che non ne sussistessero i presupposti mentre è auspicato il supporto del ministero dell’Interno per correggere la rotta ed estirpare quegli elementi che possono continuare a rendere negativa la gestione negativa dell’ente”.

Ci sarà dunque “un raccordo operativo tra il prefetto Franco Gabrielli e il sindaco Ignazio Marino, analogo a quello che il prefetto di Milano sta svolgendo con l’Expo”.

Ignazio Marino dal canto suo si dice soddisfatto “per le decisioni importanti, attese e positive che arrivano oggi dal Governo. Abbiamo avviato il risanamento e lo proseguiremo fino in fondo, in stretta collaborazione col prefetto Franco Gabrielli, una collaborazione seria e leale, gia’ in atto da mesi e allacciata fin dall’inizio del suo mandato”. Nello specifico, l’ex capo della protezione civile dovra’ curare il risanamento dei settori dell’amministrazione “risultati piu’ compromessi”.

Le misure del Governo per Roma – Le misure del Governo vanno a focalizzarsi su otto criticità: “dall’adozione di atti di indirizzo e di programmazione generale nei settori nei quali sono state registrate le maggiori criticità ossia il verde pubblico e l’ambiente, l’emergenza abitativa, l’immigrazione e i campi nomadi”.

E’ prevista la revoca degli affidamenti di lavori e servizi fatti senza procedure concorsuali, saranno sottoposti a revisione tutti i contratti, compresi quelli di servizio con Ama spa, e si avvieranno le procedure di annullamento delle determine dirigenziali.

Dirigenti e dipendenti del comune di Roma, ritenuti “infedeli”, sarà prevista la destinazione ad altro ufficio o ad altra mansione, con contestuale avvio del procedimento disciplinare, mentre per il Municipio X, quello di Ostia, e’ stato deciso lo scioglimento per le evidenti infiltrazioni mafiose emerse dall’indagine della procura, culminate con l’arresto dell’ormai ex presidente Andrea Tassone.

Giubileo: Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, ha dichiarato che si sta facendo in modo che l’evento legato all’Anno Santo straordinario “possa svolgersi nel migliore dei modi. Il governo ritiene che Roma ce la possa fare e ce la fara’”.
Per questo “affiancherà Comune, Regione e Prefettura perche’ il successo del Giubileo rappresenta un successo per il Paese”. G

Alfano: “Sul Giubileo stiamo lavorando alla grande, grazie al Dipartimento di pubblica sicurezza, che pianifica e organizza con la consueta efficacia”. Entrando un po’ piu’ nel dettaglio, De Vincenti ha spiegato che e’ stata varata dal cdm “una delibera che consente una riduzione dei tempi delle procedure”. In particolare, saranno dimezzati i tempi che “riguardano i bandi a evidenza pubblica, per lavori connessi alla mobilita’ e alla viabilita’, che consentano di attrezzare Roma e migliorare la capacita’ della citta’ di gestire l’evento con grandi afflussi dei pellegrini”.

Il Ministro Beatrice Lorenzin in una nota fa sapere che “Il Governo oggi ha assunto provvedimenti importanti per Roma e il suo territorio, fornendo gli strumenti necessari per conquistare l’opportunità di tornare ad essere una città normale. Bene lo scioglimento di Ostia, che è’ una città nella città, che doveva rappresentare il rilancio del litorale romano e ha finito, purtroppo, con l’essere un centro di illegalità diffusa.

Nella complessa condizione di Roma Capitale, ii ministro Alfano ha parlato di “situazione amministrativa piena di gravi vizi di legittimità”. Il ministero degli Interni, fornendo una serie di strumenti di supporto, pone le condizioni per ripristinare inderogabilmente la funzionalità dell’amministrazione capitolina. Il sindaco segua il governo, garantendo ai romani un cambiamento reale nel segno della trasparenza, efficienza e legalità. La velocità con la quale tutto questo programma verrà attuato rappresenterà l’unità di misura della credibilità che la città deve recuperare nei confronti dei suoi abitanti e della comunità internazionale, perché Roma e’ centro della storia dell’occidente, capitale religiosa e culturale e certamente non merita l’immagine di sé che ha fatto il giro del mondo negli ultimi mesi.”

Fabrizio Cicchitto (NCD): “Non esistono gli estremi per commissariare Roma per mafia e inoltre, anche se la situazione è molto difficile sia sul terreno della legalità sia su quello dell’efficienza, la scelta del governo è la più ragionevole”. E’ bene “mettere sotto un rigoroso controllo tutti gli aspetti più discutibili che sono emersi dalla vicenda di Roma capitale, e anche di dare un ruolo rilevante al prefetto Gabrielli in una situazione nella quale i limiti di Marino sono evidenti a tutti, Pd compreso”.

Il ministro Alfano in un’intervista al Messaggero difende la scelta del governo: “Gabrielli dovrà supportare il sindaco nel riorganizzare Roma. Marino non ha interesse a contrapporsi” e precisa “il prefetto e il sindaco sono le due metà della mela. Il prefetto ha la funzione di coordinamento con il sindaco”.

Pungente e critico sulla scelta del governo è Raffaele Fitto, leader dei Conservatori e Riformisti, che dichiara: “A questo punto, il sindaco Marino può anche restare in vacanza. Quando e se tornerà, infatti, troverà già al comando, al suo posto, una squadra di badanti, commissari, supervisori”. Si tratta di uno “spettacolo politico poco decoroso. La democrazia, la scelta degli elettori, il legame tra elettori ed eletti, sono ormai ridotti a pallidi ricordi”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it