Terremoto 5.5 in Grecia. Paura per il sisma anche in Italia nel Salento

Una scossa di terremoto di magnitudo 5.5 gradi della scala Richter è stata registrata in Grecia ma è stata avvertita anche in Italia.

Una forte scossa di terremoto di magni-tudo 5,5 sulla scala Richter ha colpito la Grecia alle 22:14:49 ora italiana a 22 km dalla città di Ioannina nell’Epiro. Il sisma è stato avvertito in una vasta zona della Grecia occidentale, persino in Puglia, nel Salento. Leggi tutto “Terremoto 5.5 in Grecia. Paura per il sisma anche in Italia nel Salento”

Grecia. Scontro tra motoscafo e barca di turisti, 4 morti e 4 feriti

Aggiornamento: E’ salito a quattro morti e quattro feriti il bilancio dello scontro avvenuto in Grecia tra un motoscafo e un’imbarcazione turistica. Una delle vittime è un bambino di 9 anni.

Scontro tra motoscafo e imbarcazione turistica a Egina – Quattro persone sono morte ed almeno altre quattro sono rimaste ferite in seguito allo scontro tra un motoscafo e un’imbarcazione con turisti a bordo.

L’incidente è avvenuto in Grecia davanti alla costa dell’isola di Egina, vicino ad Atene.

A rendere nota la notizia è stata la Guardia Costiera ellenica. Leggi tutto “Grecia. Scontro tra motoscafo e barca di turisti, 4 morti e 4 feriti”

Nuova strage migranti tra grecia e Turchia, 7 bambini morti. Svizzera confisca i beni dei rifugiati

Atene, 16 ottobre 2016 – Ancora una volta la cronaca registra la morte di migranti e, purtroppo, tra essi, di bambini.

Secondo quanto riferito ieri dalla Guardia Costiera ellenica, tre bambini sono morti nel naufragio di un’imbarcazione di migranti davanti all’isola di Agathonisi, nel Mare Egeo. Sulla barca c’erano anche un’altra ventina di migranti, che sono stati salvati dall’imbarcazione di una organizzazione non governativa, che aveva raccolto la richiesta di soccorso.

A quanto si apprende il natante naufragato proveniva dalla Turchia. Al momento non si conosce la nazionalità di vittime e sopravvissuti.

Ma purtroppo la tragedia non è finita qui. Poco più tardi, secondo quanto riferito da Medici Senza Frontiere, un gruppo di 40 migranti è riuscito a sbarcare sull’isola greca di Farmakonisi ma fra loro c’era un neonato morto.

Ancora una tragedia si è registrata a largo della costa del distretto turco di Ayvacik, dalla quale erano partiti 13 migranti: anche in questo caso la barca ha naufragato e si è rovesciata provocando la morte di tre bambini e un adulto. Altri nove migranti sono stati salvati dalla guardia costiera turca e da alcuni pescatori.

Unhcr: 58 migranti morti dall’inizio dell’anno – Secondo i dati l’Unhcr, l’agenzia Onu per i rifugiati, dall’inizio dell’anno sono 58 i migranti morti o dispersi nel Mediterraneo. Ma è tra i bambini, i più deboli, che c’è un triste dato riportato dalle autorità greche, secondo le quali circa la metà delle duecento persone affogate nel 2015 nelle acque dell’Egeo erano bambini e neonati.

Dopo la Danimarca anche la Svizzera confisca i beni dei rifugiati – Secondo quanto comunicato dalla radio svizzera Srf, i rifugiati in arrivo alla frontiera svizzera trovano un volantino con su scritto: “consegnare i propri beni in cambio di una ricevuta”.
E’ questa la conseguenza della decisione della Confederazione Helvetica di imporre ai rifugiati di consegnare fino a 10.000 franchi svizzeri (circa 9.000 euro) dei loro beni per pagare le spese di accoglienza.

La Svizzera segue dunque l’esempio già adottato dalla Danimarca.

Terremoto in Grecia. Sisma 6.5 e 5.3 sull’isola di Lefkada. Avvertito in tutto il Salento

Atene, 17 novembre 2015 – Due terremoti di magnitudo 6.5 e 5.3 della scala Richter sono stati registrato oggi in Grecia davanti le coste ioniche in prossimità dell’isola di Lefkada.

[easy_ad_inject_1] L’evento sismico più forte è stato registrato dai sismografi dell’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) stamattina 17 novembre 2015 alle 08:10:08 ora italiana (le 09:08 in grecia) ad una profondità (ipocentro) di 10 km.

L’epicentro è stato individuato alle coordinate 38.74, 20.52 ad Agios Nikitas sull’isola di Lefkada. Una seconda scossa è seguita alle 09:33 (ora italiana) di magnitudo 5.3 nella stessa zona.

Per ora le autorità greche non segnalano danni a persone e cose.

Sisma avvertito anche in Italia. Testimonianze riferiscono che il forte terremoto in Grecia sarebbe stato avvertito in tutto il Salerno e anche in altre zone d’Italia.
 Se avete avvertito la scossa e volete lasciare una vostra testimonianza fatelo con un commento sotto.  [easy_ad_inject_2]

Elezioni Grecia. Tsipras: “E’ vittoria del popolo greco”. Si va verso governo di coalizione

Atene, 21 settembre 2015 – Syriza di Alexis Tsipras vince le elezioni in Grecia con il 35,5% e 145 seggi, ben sei punti avanti ai conservatori di Nuova Democrazia fermi al 28%.

[easy_ad_inject_1] L’affluenza al voto è stata del 51,75%, la più bassa dal 1946, quando andò a votare circa il 53% dei greci.

Soddisfatto Alexis Tsipras, premier per la seconda volta, che ha parlato in una affollata piazza Syntagma ad Atene: “E’ una grande vittoria del nostro popolo. Continueremo la lotta cominciata sette mesi fa per cambiare l’Europa”, ha detto Tsipras. “Questo è un mandato per i prossimi 4 anni”. “La crescita arriverà lavorando, lottando, aiuteremo tutti i deboli. Per una Grecia di uguaglianza e prosperità e più onesta”, ha concluso il neo premier.

Il nuovo governo che si prospetta sarebbe composto da una coalizione a guida Tsipras con alleati i nazionalisti ‘Greci Indipendenti’ che con 10 seggi garantirebbero la maggioranza in Parlamento di 155 seggi su 300.

[easy_ad_inject_2]

Grecia. Dimissioni di Alexis Tsipras. Elezioni a settembre e mandato per governo a Meimarakis

Atene, 21 agosto 2015 – Appena dopo l’accordo sulla terza tranche di aiuti alla Grecia, il premier Alexis Tsipras ha annunciato le sue dimissioni.

[easy_ad_inject_1] Parlando in diretta tv alla nazione ellenica, Tsipras ha annunciato le sue dimissioni, che presenterà ufficialmente al presidente della Repubblica, Paulopoulos poi si andrà a elezioni politiche anticipate a settembre.

“Il popolo prenda in mano il potere, decida se abbiamo portato il Paese su una strada positiva, se siamo in grado di portare il Paese all’uscita dal memorandum”, ha detto Tsipras aggiungendo “Ho la coscienza a posto, ho combattuto per il mio popolo. Con i creditori non è stato l’accordo che volevo, ma è il migliore”.

Intanto in attesa delle elezioni in Grecia, sarà Vangelis Meimarakis, leader di Nuova Democrazia, formazione di centrodestra e principale forza di opposizione nel Parlamento greco, a ricevere stamattina dal presidente della Repubblica il mandato per formare un nuovo governo.
Meimarakis probabilmente considererà la possibilità di creare un governo di coalizione anche se appare difficile visti i numeri in parlamento.
[easy_ad_inject_2]

Grecia. Varoufakis denunciato per alto tradimento per il suo “piano B”

Atene, 29 luglio 2015 – L’ex ministro delle finanze del governo di Alexis Tsipras, Yanis Varoufakis, è stato denunciato da comuni cittadini per alto tradimento in relazione al “piano B” stilato nei mesi scorsi proprio dall’ex ministro in ivsta di una possibile uscita dall’euro della Grecia.

[easy_ad_inject_1]La Corte Suprema greca ha formalmente trasmesso gli atti al Parlamento e l’Assemblea dovrà ora decidere se revocare o meno l’immunità a Varoufakis, deputato eletto nelle liste di Syriza.

Solo qualche giorno fa era stato pubblicato dall’Official Monetary ad Financial Institutions Forum (OMFIF) un audio nel quale Varoufakis spiegava il “piano B”.

“Il primo ministro, prima che vincessimo le elezioni, mi aveva dato l’ok per formulare un piano B. Io ho messo in piedi un piccolo team che avrebbe dovuto lavorare sottotraccia per ovvie ragioni”, avrebbe affermato l’ex ministro Varoufakis spiegando il “piano segreto per gestire il passaggio a una nuova valuta in caso di fallimento dei negoziati con Bruxelles”.

“Prendiamo il caso dei primi momenti in cui le banche sono chiuse, i bancomat non funzionano e ci deve essere un qualche sistema di pagamento parallelo per permettere all’economia di stare in piedi per un pò e per dare alla gente la sensazione che lo Stato abbia tutto sotto controllo e che ci sia un piano. In questo frangente il team coordinato dall’economista Usa Galbraith aveva ideato un sistema di pagamento ombra basato sul sito dell’agenzia delle entrate greco che avrebbe permesso, attraverso un pin fornito a chi doveva del denaro, fosse lo Stato o soggetti privati, di trasferire la somma in questione in un “formato digitale” e nominalmente in euro. “Questo sistema era ben sviluppato e avrebbe fatto una gran differenza”, dice ancora Varoufakis.

[easy_ad_inject_2]

Grecia. Tariffe traghetti passeggeri aumentano del 10%

Atene (Grecia), 21 luglio 2015 – Aumentano del 10% le tariffe per chi prenderà un traghetto passeggeri in Grecia.
[easy_ad_inject_1] Ad annunciarlo sono le compagnie di navigazione greche citate dall’agenzia Ana-Mpa, secondo le quali l’aumento del 10% varrà per tutti i traghetti passeggeri che operano fra il continente e le isole. Nessun aumento è previsto per il trasporto su mare degli autoveicoli.

I motivi dell’aumento delle tariffe – L’aumento sarebbe direttamente legato all’aumento di dieci punti dell’Iva come deciso dalle ultime norme in accordo con l’Eurogruppo. L’iva sul trasporto passeggeri in Grecia passa infatti dal 13% al 23%.

Nessun aumento di Iva è previsto per ora per il trasporto veicoli che resta al 23%.

Gli aumenti, stimano le compagnie di trasporti, potrebbe portare ad una riduzione di traffico passeggeri per un tasso tra il 20 e il 30% con una perdita di 2,5-3 milioni di biglietti.

[easy_ad_inject_2]

Morte 19enne pisana in incidente su quad. Il corpo è ad Atene pronto per il rientro

Atene (Grecia), 21 luglio 2015 – Il corpo di Lavinia Mazzanti, la 19 enne di origine pisana morta in seguito ad un incidente stradale avvenuto sabato scorso a Kos, isola greca appartenente all’arcipelago del Dodecaneso a bordo di un quad, sarebbe ora ad Atene pronto per rientrare in Italia, rientro che dovrebbe già avvenire nelle prossime ore con il primo volo per Pisa.

[easy_ad_inject_1] Alle condoglianze alla famiglia si unisce anche l’Azienda ospedaliera pisana: “L’Azienda ospedaliero-universitaria pisana tutta, in seguito alla terribile tragedia che ha colpito la famiglia Mazzanti, si stringe con affetto ai genitori della giovane, e a tutti i familiari, esprimendo loro i sentimenti della più viva solidarietà umana e vicinanza”.

Lavinia Mazzanti, ragazza definita solare, stava godendosi un periodo di vacanza dopo gli esami di maturità insieme ad amici studenti di altri due istituti pisani. Al momento dell’incidente si trovava a bordo di un quad che all’improvviso per cause ancora da stabilire si è ribaltato.
Altri amici della ragazza sarebbero rimasti feriti ma nessuno in modo grave.

[easy_ad_inject_2]

Crisi Grecia. Angela Merkel: “No a taglio del debito, sì a scadenza lunga”

Berlino, 20 luglio 2015 – Il cancelliere tedesco Angela Merkel, dopo aver incassato il voto favorevole del Bundestag sul nuovo piano di aiuti frutto dell’ultimo accordo tra Eurogruppo e la Grecia di Alexis Tsipras, pone le sue condizioni sulle ultime ipotesi.

[easy_ad_inject_1]Allineandosi con quanto già dichiarato dal suo ministro delle Finanze Schaeuble, la Merkel ha confermato la contrarietà della Germania al taglio del debito della Grecia.

Per la Merkel tale ipotesi è considerata “impossibile in una unione monetaria”. Apertura, invece, per l’altra ipotesi, quella di concedere più flessibilità sui tempi di saldo del debito a condizioni più favorevoli di quelle già concesse ma solo “dopo che sia completata e con esito positivo la prima revisione del programma di salvataggio”.

[easy_ad_inject_2]