Incendio alla raffineria Eni di Sannazzaro a Pavia. Comune ai cittadini: “chiudetevi in casa”

Pavia, 1 dicembre 2016 – Nel pomeriggio di oggi, intorno alle 16, si è sprigionato un violento incendio nel Pavese, nella raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi, una delle raffinerie più grandi d’Italia. Da quanto si apprende la violenta esplosione non ha causato alcun ferito. Leggi tutto “Incendio alla raffineria Eni di Sannazzaro a Pavia. Comune ai cittadini: “chiudetevi in casa””

Incendio a Roma in un appartamento in via del Governo Vecchio. Un morto

Roma, 1 marzo 2016 – Tragedia nella Capitale. Un incendio è divampato in un appartamento a Roma in via del Governo Vecchio, nel centro della città.

Un uomo di 69 anni purtroppo è morto nell’incendio. Ancora ignote le cause del rogo. Secondo quanto si apprende dai media locali, sul posto sono giunti i Carabinieri e i Vigili del Fuoco che, oltre a domare l’incendio, stanno effettuando tutte le verifiche per determinarne le cause.

E sarebbe stata proprio una pattuglia dei Carabinieri ad accorgersi delle fiamme che uscivano dall’appartamento e a dare l’allarme.

Altri media segnalano che un carabiniere sarebbe stato colto da malore per aver inalato del fumo.

Lo stabile è stato evacuato e i tecnici ne stanno verificando l’agibilità.

Tragedia a Roma Est. Incendio in capannone gestito da cinesi: un morto

Roma, 16 gennaio 2016 – Una persona è morta e altre due sono rimaste ferite in seguito al vasto incendio divampato ieri notte all’interno di un capannone deposito, gestito da cinesi nella zona di Tor Tre Teste, nella periferia di Roma in via della Cisternola, vicino via Prenestina.

Ancora da chiarire le cause che hanno provocato le fiamme poco prima della mezzanotte e che ha visto l’impegno dei vigili del fuoco fino a ieri mattina.

Dopo aver spento l’incendio i soccorritori hanno trovato il corpo carbonizzato di un uomo.

Le fiamme hanno divorato quattro capannoni contenenti materiale di vario genere.

I vigili del fuoco sono intervenuti sul posto per spegnere il rogo con ben 14 mezzi: alcune persone sono salite sul tetto del capannone per sfuggire alle fiamme e sono state soccorse dai vigili.

Sul posto anche la polizia scientifica che ha effettuato rilievi sul posto.

La persona trovata carbonizzata non sarebbe stata ancora identificata.

Incendio a Portomaggiore (Ferrara) in poligono di tiro: 3 morti

Ferrara, 10 gennaio 2016 – Un’esplosione si è verificata stamattina intorno alle 10:00 circa nel poligono di tiro in via Carlo Cattaneo a Portomaggiore, in provincia di Ferrara.

Secondo le prime notizie arrivate da fonti locali sarebbero morte tre persone. Altre tre persone sarebbero ricoverate con ustioni gravi.
Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco due dei quali risulterebbero feriti a causa del crollo di un solario mentre erano impegnati nelle operazioni di spegnimento del rogo.

Sul posto oltre ai vigili del fuoco dei distaccamenti di tutta la provincia, sono confluiti anche i carabinieri, diverse ambulanze del 118 e l’elisoccorso da Ravenna.

Secondo le ipotesi ad innescare l’incendio sarebbe stato un colpo di pistola che per motivi ancora da chiarire ha innescato il divampare dell’incendio al secondo piano del capannone di circa 400 metri quadri.
Tra le ipotesi di queste ore un problema all’impianto elettrico o la saturazione di gas nell’ambiente.

Tragedia a Pagani (Salerno). Incendio in mansarda. Morta una donna e feriti tre familiari

Pagani (Salerno), 5 gennaio 2016 – Una tragedia si è registrata nelle ultime ore a Pagani, comune dell’Agro Nocerino Sarnese in provincia di Salerno, in Campania, dove una donna di 38 anni è morta carbonizzata in conseguenza dell’incendio divampato nella mansarda via Caduti di Superga.

Regina Ceglia, questo il nome della povera vittima era residente a Portici e che da qualchd giorno era a Pagani per trascorrere qualche giorno insieme ai suoi familiari. Altri tre occupanti della stessa abitazione, una coppia di anziani genitori della vittima, e un figlio di questi di 42 anni, sarebbero stati salvati dai soccorritori e ricoverati nel locale ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, intossicati dal fumo denso che si è sprigionato.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme, uomini della protezione civile e i Carabinieri.

A quanto si apprende il rogo avrebbe causato il crollo di parte del tetto del fabbricato. Da un primo rilievo le fiamme si sarebbero propagate dalla cucina dove è stata trovata morta la donna.

La magistratura ha aperto un fascicolo e gli inquirenti indagano sulle cause dell’incendio. Al momento non sono chiare le cause dell’incendio.

Tra le prime ipotesi riferite da fonti locali, si sarebbe trattato di un malfunzionamento elettrico, forse un corto circuito, che ha attivato un rogo sviluppatosi tanto velocemente da non dare alla donna alcuno scampo.

Incendio a Marino (Roma). Morta donna di 58 anni

Marino (Roma), 30 novembre 2015 – Un vasto incendio è divampato in un appartamento al primo piano di una palazzina rurale a Marino in provincia di Roma in Via Vecchia di Grottaferrata, al civico 25.

[easy_ad_inject_1]Nell’incendio è morta una donna di 58 anni che abitava nell’appartamento. La causa della morte sarebbe per soffocamento.
Sul posto sono confluiti i carabinieri della locale stazione, del reparto radiomobile di Castelgandolfo e sei squadre dei Vigili del Fuoco impegnati a domare le fiamme.
Alcuni appartamenti vicini sono stati dichiarati inagibili.

Secondo quanto si apprende, il rogo si sarebbe sviluppato ieri sera intorno alle 23.
Gli inquirenti sono al lavoro per accertare le cause dell’incendio che potrebbe essere legato al cattivo funzionamento di una stufa per riscaldarsi dal gran freddo o ad un corto circuito dell’impianto elettrico.

Tragedia a Messina. Esplosione in casa a Santo Bordonaro. Due morti

[easy_ad_inject_1]Messina, 28 settembre 2015 – Una tragedia è avvenuta nella notte intorno alle 2:30 nel quartiere San Bordonaro a Messina dove due persone sono morte in seguito ad un’esplosione avvenuta nell’abitazione in cui vivevano.

Secondo le prime notizie le vittime sarebbero una donna di 94 anni e il figlio di 53. Alla deflagrazione, dovuta probabilmente ad una fuga di gas, è seguito un incendio che non avrebbe lasciato alcuno scampo alle due vittime colte nel sonno.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme e la Polizia scientifica per i rilievi del caso.

[easy_ad_inject_2]

Spagna: esplode fabbrica fuochi d’artificio. 5 morti

[easy_ad_inject_1]Saragozza (Spagna), 31 agosto 2015 – Tragedia in Spagna dove sono morte 5 persone in seguito all’esplosione di una fabbrica di fuochi d’artificio, la Pirotecnia Zaragozana, operante a Saragozza, nel nordest del Paese iberico.

A confermare il numero delle vittime sono le autorità spagnole secondo le quali altri sei operai dello stesso stabilimento sono stati ricoverati, alcuni con ferite gravi.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con diverse squadre impegnate a spegnere il rogo. Non sono ancora note le cause dello scoppio. Ancora sconosciuta la causa dello scoppio.

L’azienda Pirotecnia Zaragozana, si apprende da fonti locali, è attiva da oltre 150 anni e attualmente ha sul suo libro paga 40 dipendenti.
[easy_ad_inject_2]

Parigi. Incendio alla Città delle Scienze e dell’Industria. 2 vigili del fuoco feriti

Parigi, 20 agosto 2015 – Un vasto incendio è divampato nel corso della notte a Parigi alla Città delle Scienze e dell’Industria situata nel Parco de la Villette, parco che ospitava un mattatoio e che è stato riconvertito.

[easy_ad_inject_1]Numerosi vigili del fuoco parigini. almeno 120 con 30 mezzi, sono impegnati in queste ore allo spegnimento dell’incendio in uno tra i musei più grandi d’Europa e meta di molti turisti.

A quanto si apprende il rogo minaccia oltre 10.000 metri quadrati di esposizione e sarebbe scoppiato in un edificio dove erano in corso lavori di ristrutturazione.
I media francesi riferiscono di due vigili del fuoco rimasti lievemente feriti.

Le cause e la natura dell’incendio non sono ancora state accertate.
[easy_ad_inject_2]

Caos Fiumicino. Voli cancellati Vueling: Enac minaccia. Vueling:”Saranno tutti riprotetti”

Roma, 2 agosto 2015 – Altra giornata nera all’aeroporto di Roma Fiumicino (FCO) in una delle settimane più nere della sua storia: dopo il rogo del 7 maggio al Terminal 3 e tutti i disagi conseguenti per mesi, solo in questa settimana i passeggeri molti dei quali vacanzieri in partenza hanno dovuto assistere a cancellazioni per il rogo mercoledì, il blackout giovedì e, nella giornata di venerdì e sabato la cancellazione dei voli Vueling, compagnia aerea a basso costo spagnola di International Airlines Group con hub principale l’Aeroporto di Barcellona e hub secondario proprio a Roma-Fiumicino.

[easy_ad_inject_1] Le cancellazioni dei voli La Vueling ha costretto anche sabato i passeggeri a lunghe attese ai check-in. Vueling promette che i passeggeri che ancora stanno a terra saranno tutti riprotetti.

L’intervento dell’Enca: ultimatum – L’Ente Nazionale dell’aviazione civile (Enac) ha minacciato l’espulsione della compagnia spagnola dallo scalo romano di Fiumicino.
In relazione ai disservizi dovuti ad «alcune improvvise cancellazioni della compagnia Vueling», l’Enac informa «di aver diffidato la compagnia spagnola a intervenire immediatamente per la soluzione delle problematiche in corso garantendo, in primo luogo, a tutti i passeggeri la dovuta assistenza, nonché ripristinando prontamente le condizioni di operatività, pena la sospensione delle autorizzazioni a volare in Italia». Nello stesso tempo l’Enac ha richiesto ad Adr (Aeroporti di Roma) di «intervenire a supporto logistico operativo della compagnia per cercare di risolvere al più presto i disservizi, fino alla completa normalizzazione della situazione».

Vueling riponde: servizi hub di Fiumicino inadeguati – “Siamo molto dispiaciuti e vicini ai nostri passeggeri che hanno avuto delle difficoltà negli ultimi giorni”. ha detto Fernando Val, direttore operativo di Vueling durante la conferenza stampa presso l’hotel Hilton di Fiumicino. “Stiamo facendo il possibile per aiutare i nostri passeggeri e lavoriamo per tornare presto alla normalità su tutti i nostri voli». L’aereoporto di «Fiumicino ha bisogno di una ridistribuzione di tutti i servizi. Questa è una richiesta che Vueling farà nei prossimi giorni”.

Qualcosa non ha funzionato nel servizio handling Aviation Service, con la quale la compagnia aerea spagnola ha un contratto prosegue Val “Non so cosa sia accaduto. Probabilmente le aziende che lavorano nell’handling sono troppe”.

Enac: ripristinati voli Vueling – Nella serata di ieri l’Autorità per l’aviazione civile (Enac) ha fatto sapere che “sia con l’Autorità per l’aviazione civile spagnola, sia direttamente sulla Vueling che oggi aveva cancellato alcuni voli da Fiumicino, e con il supporto di Adr, il vettore ha ripristinato tutti i collegamenti”. L’Enac ha poi avvertito che potrebbero continuare a verificarsi ritardi. L’Enac assicura poi che “continuerà a monitorare”

La Vueling a sua volta ha spiegato di aver ripristinato tutti i collegamenti intervenendo con macchine proprie e con aeromobili a noleggio.

Alitalia: Dall’incendio del 7 maggio abbiamo subito danni per 80 milioni di euro
[easy_ad_inject_2]