Incidente sull’A10: Tir si ribalta e travolge operai. 2 morti

Tragedia sull’autostrada A10 Genova-Savona dove all’altezza di un cantiere tra Albissola e Celle Ligure un tir si è ribaltato travolgendo quattro operai che erano al lavoro, due dei quali sono deceduti.

A darne notizia è il Messaggero. Secondo quando si apprende sarebbero otto le persone coinvolte nell’incidente. I due operai deceduti sarebbero di Ovada e Asti. Un terzo operaio sarebbe rimasto incastrato sotto il mezzo pesante dal quale è stato estratto dai soccorritori e trasportato in elisoccorso presso il nosocomio San Martino di Genova. Leggi tutto “Incidente sull’A10: Tir si ribalta e travolge operai. 2 morti”

Incidente mortale a Mercato San Severino (Salerno), auto contro mano: morta coppia di coniugi

Coppia di coniugi imbocca l’autostrada contromano e si schiantano contro l’autovettura in arrivo dalla direzione opposta: morti sul colpo

Mercato San Severino (Salerno) – Un terribile incidente stradale è stato registrato dalla cronaca all’uscita autostradale dell’A30 Caserta Salerno all’uscita di Mercato San Severino (Salerno) nel quale hanno perso la vita una coppia di anziani coniugi. Leggi tutto “Incidente mortale a Mercato San Severino (Salerno), auto contro mano: morta coppia di coniugi”

Incidente stradale a Pioppo di Monreale (Palermo), tre giovani morti

Tre giovani, due di 19 anni, Angelo Marceca Giacomo Guardì, e uno di 16, Giosuè Guardì, sono morti nell’incidente stradale avvenuto sulla statale 185 che collega Palermo a Partinico nei pressi di Pioppo, una frazione di Monreale alla periferia di Palermo. Un quarto ragazzo versa in gravissime condizioni all’ospedale Ingrassia. Leggi tutto “Incidente stradale a Pioppo di Monreale (Palermo), tre giovani morti”

Tragico incidente mortale in provincia di Brindisi. Morta trentenne romana

Una tragedia è avvenuta sulla provinciale 581 tra Ceglie Messapica e Martina Franca, al confine tra le province di Brindisi e Taranto, dove in seguito ad un incidente mortale ha perso la vita Marzia De Luca, 30 anni, residente a Monterotondo in provincia di Roma. Leggi tutto “Tragico incidente mortale in provincia di Brindisi. Morta trentenne romana”

Duplice tragedia della strada a Giarre e Santa Croce Camerina, 2 morti e 2 feriti

Una duplice tragedia della strada si è registrata a Giarre, comune della Città metropolitana di Catania in Sicilia e a Santa Croce Camerina in provincia di Ragusa. Il bilancio è di due morti e due feriti. Leggi tutto “Duplice tragedia della strada a Giarre e Santa Croce Camerina, 2 morti e 2 feriti”

Tragico incidente nell’area di sosta Costa Gaia dell’autostrada A29 Palermo-Mazara. Tre morti

Un tragico incidente nell’area di sosta Costa Gaia al chilometro 47+ 100 tra gli svicoli di Castellammare del Golfo e Alcamo dell’Autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo è stato registrato dalla cronaca intorno alle 14.

Secondo una prima ricostruzione una Fiat Punto che percorreva l’autostrada in direzione di Palermo, si sarebbe immessa nell’area di sosta Costa Gaia a tutta velocità scontrandosi con un camion.

Tre persone sono morte: il conducente della Punto, e altri due passeggeri seduti nei sedili posteriori tra cui un ragazzino di 15 anni. Sarebbe ancora viva la donna 68enne che sedeva sul lato passeggeri dell’auto ma non si conoscono le sue condizioni.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno provveduto ad estrarre i corpi dalla macchina ormai distrutta e la polizia stradale della sezione di Alcamo che ha effettuato i rilievi del caso ed acquisito le immagini delle telecamere a circuito chiuso che illuminano la zona.

Sul posto anche i sanitari del 118 che hanno cercato di rianimare le altre tre vittime, ma per loro non c’è stato nulla da fare.

“Costa Gaia” è una delle due principali aree di sosta del tratto. Sono situate tra l’uscita Alcamo Est e l’uscita Castellammare del Golfo dove è prevista la costruzione di un’area di rifornimento e un Autogrill. L’altra area di sosta è “Fontanelle”, non illuminata e sita tra lo svincolo di Castelvetrano e quello di Campobello di Mazara.

Incidente su Autostrada A1 tra Orte e Orvieto per tamponamento. Tre morti

Ancora un incidente mortale si è registrato nelle ultime ore sull’Autostrada A1, meglio conosciuta come Autostrada del Sole, dove tra Orte e Orvieto si è verificato un incidente nel quale hanno perso la vita tre persone.

A dare il primo bilancio di vittime sono i Vigili del Fuoco che sono intervenuti sul posto insieme alla polizia stradale.

A quanto si apprende, l’autovettura nella quale viaggiavano le tre persone sarebbe stata tamponata da un autocarro che trasporta idrogeno.

Non si conoscono ancora le cause e la dinamica del tamponamento. L’auto tamponata ha preso fuoco immediatamente senza nessuno scampo per i tre occupanti che sono morti carbonizzati.

La Società Autostrade, con un comunicato fa sapere che “sulla A1 Milano-Napoli tra Orte e Orvieto in direzione di Firenze il tratto è stato chiuso a causa di un incidente avvenuto all’altezza del km 452, alle ore 15.50 dove sono rimasti coinvolti un camion e un’autovettura che si è incendiata. C

Chi viaggia in direzione di Firenze deve obbligatoriamente uscire ad Orte, dove si è formata una coda di 1 km, in diminuzione percorrere la E45 e rientrare ad Orvieto, mentre per le lunghe percorrenze si consiglia di rientrare a Valdichiana. Sul posto sono presenti tutti i mezzi di soccorso meccanici e sanitari e il personale di Autostrade per l’Italia e la Protezione Civile”.

Incidente bus in Francia: 12 turisti morti. Feriti due italiani

Parigi, 25 marzo 2016 – A meno di una settimana dal terribile incidente stradale avvenuto Freginals in Catalogna che ha tolto la vita a tredici studentesse Erasmus di cui sette italiane, ancora un incidente viene registrato in Francia ed anche in questo caso si sono registrate vittime.

Dodici turisti portoghesi sono morti e 2 italiani sono rimasti feriti a causa di un incidente stradale avvenuto durante la notte nel centro della Francia lungo la statale 79 nella città di Montbeugny.

Secondo i media francesi il minibus proveniente dalla Svizzera e diretto in Portogallo si sarebbe scontrato frontalmente con un camion, sul quale viaggiavano i due italiani.

Il conducente del bus è rimasto ferito, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Incidente bus in Spagna. Rientrate a Pisa tre salme

Pisa, 23 marzo 2016 – E’ atterrato ieri sera poco prima delle 23 il velivolo dell’Aeronautica militare che ha riportato in Italia le salme di 3 delle 7 studentesse italiane morte domenica scorsa a Freginals in Catalogna nel tragico incidente che ha coinvolto il bus che le trasportava al ritorno da una gita a Valencia.

Ad accogliere le studentesse vi era il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e il sindaco di Pisa Marco Filippeschi.

Si tratta delle salme di Francesca Borrello, Serena Saracino ed Elisa Scarascia Mugnozza che hanno poi proseguito il viaggio a bordo di carri funebri verso le loro rispettive città a Genova, Torino e Roma dove erano attese da parenti e amici per l’estremo saluto.

Le altre studentesse italiane morte. Elisa Valent; Valentina Gallo; Elena Maestrini; Lucrezia Borghi; Le famiglie sono state informate ma non hanno ancora fatto il riconoscimento, tranne per Valentina Gallo.

Nel terribile incidente hanno perso la vita anche due studentesse tedesche, una romena,una uzbeka, una francese, una austriaca.

Ultime notizie incidente bus in Spagna. Autista:”mi sono addormentato”

Madrid, 21 marzo 2016 – Un terribile incidente è avvenuto ieri in Spagna tra un bus e un auto. Morte 14 studentesse universitarie Erasmus tra cui anche 8 italiane. 34 i feriti, tra cui 5 italiane.

La conferma delle vittime italiane è arrivata in serata dal Ministero degli Esteri. Lo scontro frontale è avvenuto a Freginals, un comune spagnolo di 381 abitanti situato nella comunità autonoma della Catalogna.

La causa dell’incidente sarebbe un colpo di sonno dell’autista del bus, 63 anni, e sarebbe risultato negativo ai test di alcol e droga. L’autista è indagato per 13 omicidi per “imprudenza”, secondo il codice spagnolo. Lo riferisce il quotidiano catalano “La Vanguardia”. L’uomo, interrogato la notte scorsa dalla polizia catalana. Attualmente risulta ricoverato in ospedale per complicazioni polmonari.

L’Autista: mi sono addormentato- “Lo siento, me he dormido”, “Mi dispiace, mi sono addormentato” avrebbe confessato l’autista ai servizi di emergenza arrivati subito dopo l’incidente. Lo riferisce il quotidiano spagnolo La Razon.

Morta l’ottava ragazza italiana: E’ morta all’ospedale di Tarragona per le gravi ferite riportate nell’incidente del pullman di ieri, la studentessa toscana Elena Maestrini. Lo si apprende dal sindaco di Gavorrano (Grosseto), Elisabetta Iacomelli,che lo ha saputo dalla famiglia.
Il console italiano,Nicoletti,ha detto al Tg1 che stamane accompagnerà le famiglie giunte a Tortona, in Spagna, per il riconoscimento delle vittime. Intanto, l’Università di Firenze conferma la morte di Valentina Gallo e il ferimento di altre due studentesse dell’Ateneo.

Sul bus viaggiavano studenti universitari di 20 Paesi in Erasmus che rientravano da una gita a Valencia.

Questo l’elenco delle vittime
italiane reso noto dalla Farnesina: Francesca Bonello; Elisa Valent; Valentina Gallo; Elena Maestrini; Lucrezia Borghi; Serena Saracino; Elisa Scarascia Mugnozza. Le famiglie sono state informate ma non hanno ancora fatto il riconoscimento, tranne per Valentina Gallo.

Le altre vittime. 2 tedesche,una romena,una uzbeka, una francese, una austriaca.

La madre di una ragazza italiana ferita a Radio 24: “Dovrà essere operata, vorremmo portarla in Italia” “Erano tutte amiche sue, non ce ne è più una”
“È sedata, perché ha delle piccole ferite in viso e ha questa vertebra della cervicale fortemente lesionata e dovrà subire un intervento”. Così Consolata Bianco, madre di Annalisa Riba, rimasta ferita nell’incidente in Catalogna, intervenuta a Effetto Giorno, su Radio 24. “Mia figlia delle sue amiche non sa nulla e non lo diremo fino a dopo l’intervento, non sappiamo quando verrà operata, stiamo programmando di portarla in Italia se ce lo permette il suo stato. Per il momento è immobile. I medici ci hanno detto che ci sono dei miglioramenti ma che per il momento non può assolutamente muoversi”. Quale è la situazione in ospedale? “C’è di tutto, la cosa più brutta è l’obitorio. Tanta gente disperata. Erano tutte amiche sue, non ce ne è più una.”

Ministro Gentiloni: unito al dolore famiglie – “Terribile bilancio incidente stradale in Catalogna. Mi unisco al dolore delle famiglie”. Così su Twitter il ministro degli Esteri, Gentiloni.
“L’Unità di Crisi” della Farnesina “è mobilitata”. Per informazioni si può chiamare lo 0636225″, ha detto.

Matteo Renzi: “Il cuore spezzato per le vittime italiane e per le altre giovani vite distrutte nell’incidente in Spagna”, ha scritto su Twitter il premier Renzi.

Manfredi, presidente Crui, a Radio 24:
“La comunità degli studenti Erasmus è un patrimonio di tutto il Paese e di tutta l’Europa. La nazionalità non conta” – dice in un’intervista a Maria Piera Ceci a Radio 24 Gaetano Manfredi, presidente della Conferenza dei rettori, sull’incidente in Catalogna in cui sono morti alcuni studenti, fra cui diversi italiani. “E’ una grandissima tragedia che ha portato via le persone migliori che abbiamo”.

Il dubbio è che questo grave incidente possa causare una battuta d’arresto in programmi di mobilità studentesca come l’Erasmus.

“Penso di no perché è stata una tragedia che sarebbe potuta avvenire in qualsiasi luogo” – dice Gaetano Manfredi. “Sicuramente significherebbe un’interruzione di una speranza che deve vivere e si deve rafforzare perché la mobilità in Europa è un grande patrimonio che abbiamo conquistato e che dobbiamo difendere. Le barriere, gli odi, le incomprensioni si abbattono solo con la conoscenza e in un momento così difficile per il nostro mondo è proprio il messaggio dei giovani, l’esperienza che vivono è che debbono portare messaggi positivi alle nostre comunità per abbattere i confini, le frontiere e fare in modo che il messaggio di universalità che fa parte dell’università sia patrimonio di tutti”.

Presidente Mattarella: “Sono profondamente addolorato per il gravissimo e assurdo incidente in Spagna, che ha provocato la morte di tante giovani universitarie, soprattutto italiane”. “E’ un giorno molto triste per l’Italia e per tutta l’Europa. Sono particolarmente vicino alle famiglie, cui desidero far giungere il mio cordoglio e la mia solidarietà in un momento di così grande sofferenza”. “Alle ragazze rimaste ferite auguri di più pronta guarigione”.

Papa Francesco: “Perdita irreparabile” ha scritto il Pontefice in un telegramma inviato al vescovo di Tortosa definendo “la morte di un gruppo di giovani studenti” nel “tragico incidente” di ieri in Catalogna. Il Papa, che si è detto “fortemente addolorato”, offre “suffragio” per le vittime e augura ai feriti che si riprendano in fretta.