Maltempo in Abruzzo, arriva l’esercito. Le previsioni del tempo per domani

In Abruzzo, regione immersa nella neve e nel gelo arriva l’esercito. Lo ha deciso il ministro della Difesa Pinotti che ha dato l’ok all’Esercito per “liberare la viabilità delle città di Chieti di Atri (Teramo) e del comune di Cellino Attanasio, località abruzzesi in piena emergenza neve. I mezzi e gli uomini occorrenti sono in partenza da Foggia. Leggi tutto “Maltempo in Abruzzo, arriva l’esercito. Le previsioni del tempo per domani”

Maltempo: il centro-sud nella morsa del gelo, continuano le nevicate. Previste raffiche di burrasca

Il centro-sud è nella morsa del gelo, la bufera della Befana tanto annunciata nei giorni scorsi, non solo è arrivata puntuale ma non accenna ancora a placarsi. Continuano le nevicate sulle regioni del centro-sud, nevicate che hanno raggiunto anche le coste, imbiancando persino le spiagge. Leggi tutto “Maltempo: il centro-sud nella morsa del gelo, continuano le nevicate. Previste raffiche di burrasca”

Previsioni meteo. In arrivo la bufera dell’Epifania: venti gelidi e neve in tutta Italia

I temporali che stanno interessando il Centrosud in queste ore lasceranno presto spazio ad una perturbazione artica proveniente dal nord Europa che porterà neve in tutta Italia fino a quote basse, con venti gelidi e freddo tagliente. Leggi tutto “Previsioni meteo. In arrivo la bufera dell’Epifania: venti gelidi e neve in tutta Italia”

Allerta maltempo. Esondazioni e frane in Emilia Romagna e Liguria

Piacenza, 14 settembre 2015 – Una situazione critica si registra in provincia di Piacenza, in Emilia Romagna, dove è allerta maltempo in Valnure e Valtrebbia con frane e allagamenti per piogge torrenziali e resta critica anche la situazione in Liguria, regione da ieri in criticità rossa.

[easy_ad_inject_1] Allarme in Emilia Romagna – La protezione civile dell’Emilia-Romagna ha attivato l’allarme per la piena del Trebbia in una decina di comuni, tra cui Piacenza. Nell’ultimo bollettino di aggiornamento valido per oggi 14 settembre la protezione civile raccomanda ai comuni interessati “di attivare ogni possibile azione per il monitoraggio della situazione in atto e per preparare eventuali interventi urgenti; di segnalare l’evoluzione dell’evento e le connesse indicazioni per la salvaguardia della pubblica incolumità a chi risiede o svolge attività nelle aree a rischio; di dare seguito alle indicazioni operative e supportare l’azione dei Servizi Tecnici di Bacino, AIPO e Consorzi di Bonifica; di mantenere costantemente aggiornati il Centro Operativo Regionale, la Prefettura e la Provincia, secondo quanto previsto dalla pianificazione provinciale e comunale di emergenza; relativamente all’evoluzione della situazione della Diga di Boschi , fare riferimento alle indicazioni della
Prefettura di Piacenza
“.

Nello specifico si segnalano case isolate e bloccate dall’acqua e interruzioni dell’energia elettrica. Nella zona tra Farini e Pontedellolio, un tratto della Provinciale 654 è stato inghiottito dal torrente Nure che è esondato. Chiusi anche i ponti della Valnure.

Situazione in Liguria – Notte difficile per i genovesi in piena allerta rossa. Nella notte una tempesta di fulmini e un nubifragio si sono abbattuti su Genova e il Levante genovese tra le 24 e l’una di oggi.
Intorno a mezzanotte una forte pioggia ha colpito il Golfo Paradiso e il torrente Recco ha raggiunto i limiti di guardia.
Frane e allagamenti si segnalano a Recco, Sori, Camogli e Portofino.

A Genova il maltempo ha fatto innalzare il torrente Bisagno che resta nei limiti di guardia e viene costantemente monitorato. L’Arpal segnala l’esondazione del torrente Aveto, poco dopo l’una, sulle alture di Genova.

[easy_ad_inject_2]

Maltempo.Criticità rossa in Liguria, arancione per Lombardia e Toscana. Sampdoria-Bologna rinviata a domani

Genova, 13 settembre 2015 – La protezione civile aggiorna il bollettino di criticità idraulica e idrogeologica da arancione a rossa per la Liguria con esclusione dell’imperiese. Resta la criticità arancione per Lombardia e Toscana.

[easy_ad_inject_1] Peggiora il maltempo in Liguria da criticità arancione a rossa- Già la Protezione Civile della Liguria ha diramato in mattinata un’allerta meteo di livello 2:”allerta 2 idrologica per tutte le categorie comunali delle zone di allertamento B,C,D,E allerta 1 idrologica per tutte le categorie comunali della zona di allertamento A dalle ore 07:00 di domenica 13/9/15 alle ore 06:00 di lunedì 14/9/15. Le previsioni segnalano una situazione in netto peggioramento in rapida estensione da Ponente a Levante con precipitazioni diffuse, e quantitativi di pioggia molto elevati, di intensità molto forte, anche con carattere d’intensi temporali, persistenti e organizzati.

Sampdoria Bologna rinviata a domani: E’ stata rinviata a causa del maltempo la partita Sampdoria-Bologna, in programma oggi pomeriggio alle 15.00 al Ferraris di Genova per la terza giornata di andata della Serie A TIM. Lo hanno deciso la Prefettura e la Questura di Genova dopo l’allerta meteo di grado 2 diramata stamattina dalla Protezione Civile regionale e subito ripresa dal Comune del capoluogo ligure. L’incontro sarà recuperato domani, lunedì 14 settembre, in orario che sarà ufficializzato nel primo pomeriggio.

Allerta gialla in Piemonte -Forti piogge stanno interessando il Piemonte orientale e le zone al confine con la Liguria. Le precipitazioni massime si sono registrate al Colle San Bernardo, in provincia di Cuneo, dove nelle ultime tre ore sono caduti 77 millimetri di pioggia. Sono in rapido aumento i livelli dei torrenti in provincia di Cuneo e di Alessandria.

Che significa criticità rossa?: “È utile ricordare che le valutazioni di criticità idrogeologica (su tre livelli: rossa, arancione e gialla) possono includere una serie di danni sul territorio, in particolare: Criticità rossa: estese frane superficiali e colate rapide detritiche o di fango; possibili attivazione o riattivazione di fenomeni di instabilità dei versanti, anche profonde e di grandi dimensioni; possibile caduta massi. Ingenti ed estesi danni a edifici e centri abitati, infrastrutture, beni e servizi, sia prossimi sia distanti dai corsi d’acqua, o coinvolti da frane o da colate rapide. Grave pericolo per la pubblica incolumità.”conclude la protezione civile.
[easy_ad_inject_2]

Nubifragio su Roma. Albero cade su auto in transito: donna ferita

Roma, 5 settembre 2015 – Nel pomeriggio di ieri si è abbattuto un violento nubifragio su Roma causando la caduta di rami e diversi allagamenti. Un albero è caduto su un’auto mentre transitava in via Monte Pertica. Al suo interno c’erano due persone, una donna è rimasta ferita ma non sarebbe in gravi condizioni.

[easy_ad_inject_1]Da quanto si apprende sembra che siano state decine le richieste di intervento giunte ai centralini dei vigili del fuoco della capitale a causa delle forti piogge. Oltre alle richieste per allagamenti in strade e scantinati, sembra che siano caduti anche molti alberi.

I quartieri più colpiti sarebbero Eur e Prati. Tra le strade interessate, quelle maggiormente colpite sono via del Mare, via Marmorata, via del Tintoretto e via dei Campi Sportivi. Ma disagi si sono registrati anche anche sulla costa laziale dove una tromba d’aria si è abbattuta su Fregene.

La protezione civile invita la popolazione a fare molta attenzione perché perdura l’allerta meteo per temporali al centro nord.

“Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata, per domani, criticità rossa per rischio idrogeologico localizzato sull’area di Roma, criticità arancione per rischio idrogeologico localizzato su gran parte del resto del Lazio, sulla Lombardia settentrionale, su gran parte di Toscana e dell’Umbria, mentre per rischio idraulico diffuso su parte delle Marche, sulle restanti parti dell’Umbria e sul bacino dell’Aniene nel Lazio. La criticità gialla sarà invece su parte del Friuli Venezia Giulia, sul Veneto, sulle restanti aree della Lombardia, parte del Piemonte e dell’Emilia-Romagna, sulla Liguria, le restanti zone della Toscana e delle Marche, sull’Abruzzo, sul Molise e su parte della Campania”

si legge nell’avviso pubblicato online.

[easy_ad_inject_2]

Meteo. Allerta maltempo in Toscana. Protezione civile: “criticità gialla”

Firenze, 4 settembre 2015 – La protezione civile della Toscana ha emesso un’allerta di criticità gialla in Toscana fino alla mezzanotte di oggi dove sta giungendo una perturbazione che interesserà le zone costiere della regione e poi si estenderà alle zone interne nel corso della notte e della mattinata.

[easy_ad_inject_1] Dal pomeriggio di oggi i fenomeni tenderanno a persistere maggiormente sulle zone centro-meridionali fino alla prima parte di sabato.

“Dalle prime ore di venerdì (quindi anche nella notte tra giovedì e venerdì), forti temporali potranno interessare tutto il territorio regionale, ma risulteranno più probabili sulle province di Grosseto, Siena, Arezzo e zone limitrofe; dal pomeriggio di domani, venerdì, i fenomeni sono attesi divenire poco probabili sulle zone settentrionali della regione, mentre permarranno le condizioni per forti temporali sul centro-sud della regione fino alla mattinata di sabato 5 settembre. I temporali, di difficile localizzazione, potranno risultare forti e persistenti, accompagnati da intense precipitazioni con accumuli molto elevati in poche ore ed essere accompagnati da un elevato numero di fulminazioni, violenti colpi di vento e grandinate.” si legge nella nota.

[easy_ad_inject_2]

Meteo. Da mercoledì stop estate al centro nord e via Augusto

Roma, 31 agosto 2015 – L’anticiclone Augusto che ha fatto ritornare l’afa e il caldo in tutta italia fra qualche ora sarà solo un ricordo.

[easy_ad_inject_1] Previsioni meteo secondo il Servizio Metereologico dell’Aeronautica Militare: da mercoledì 2 settembre molte nubi si addenseranno sul settore occidentale in rapida estensione alle restanti regioni con precipitazioni anche a carattere di rovescio o di temporale.

Fenomeni più intensi tra pomeriggio e sera sono previsti sui settori settentrionali di Piemonte e Lombardia, fenomeni sporadici sull’Emilia Romagna. Le temperature minime registreranno un calo sulle regioni centrali mentre le massime saranno stazionarie sulla Sicilia.

Il maltempo si sposterà gradualmente alle Regioni del centro Italia.

[easy_ad_inject_2]

Nubifragio a Firenze. Riattivata circolazione treni tra Firenze e Roma

Firenze, 2 agosto 2015 – E’ tornata regolare stamattina la circolazione dei treni tra Roma e Firenze. Lo comunica il gruppo FS, secondo la quale i tecnici hanno riattivato i due binari della linea Direttissima Roma – Firenze, interrotti ieri sera per la rottura di una travata metallica di sestegno della linea elettrica, colpita da un pesante tetto divelto da una tromba d’aria.

[easy_ad_inject_1] Stanotte i tecnici RFI aveva già attivano uno dei quattro binari consentendo la circolazione a senso unico alternato dei treni.

Allerta danni a musei – E’ allerta per i danni ai preziosi musei di Firenze che da solo detiene il 30 per cento del patrimonio artistico culturale dell’Italia.
Dopo il violento nubifragio che ha colpito il capoluogo toscano, si lavora per riportare la città alla normalità. Il Comune di Firenze ha attivato l’unità di crisi per valutare i danni al patrimonio artistico.
Secondo quanto si apprende nella Galleria degli Uffizi si sono allagate alcune stanze, dove è piovuta acqua da qualche lucernario, ma nessun danno sembra sia stato registrato alle opere.

Qualche problema è stato segnalato alla Cappella del Podestà del Museo del Bargello, dove l’acqua è filtrata dal soffitto.

[easy_ad_inject_2]

Emergenza caldo. In Veneto quasi 800 interventi al giorno nel fine settimana

Padova, 23 luglio 2015 – E’ emergenza caldo in Veneto dove medici e sanitari del 118 sono chiamati a rispondere ed intervenire a quasi 800 richieste di intervento al giorno per malori causati dalle alte temperature registrate negli ultimi giorni.

[easy_ad_inject_1]Dallo scorso fine settimana ad oggi, nella Regione, sono aumentate in modo esponenziale le richieste di intervento arrivate al Suem 118 per malesseri causati dalle elevate temperature che si stanno ancora registrando. A Treviso ieri il caldo torrido ha raggiunto i 38 gradi della colonnina di mercurio, aggiudicandosi il primato di provincia del Veneto più calda.

Stando ai dati, l’aumento registrato sarebbe di circa il 40% rispetto alla norma, nelle giornate di sabato, domenica e lunedì, rispetto ai dati dell’anno scorso relativi allo stesso periodo.

Il caldo torrido ha messo a dura prova i sanitari del Veneto che hanno però risposto bene all’emergenza, riuscendo a prendersi cura dei quasi 800 pazienti al giorno che richiedevano assistenza per malanni causati dal caldo.

Gli accessi ai Pronto Soccorso degli ospedali veneti hanno fatto registrare un aumento tra il 5 e il 20%, con una forte crescita di richieste di pronto soccorso per sintomi legati a disidratazione e astenia, causati proprio dall’afa che ha colpito il nostro paese.

La situazione nella zona dovrebbe iniziare a migliorare già da domani. Secondo le ultime previsioni meteo, sul nostro Paese sarebbe in arrivo una perturbazione che farà diminuire le temperature e porterà aria decisamente più fresca, almeno per qualche giorno.

[easy_ad_inject_2]