Tagli e ricalcolo pensioni Inps. Renato Brunetta e Ugl: Renzi e Poletti chiariscano

inps pensioni

Roma, 11 aprile 2015 – Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia, è intervenuto sul tema della tassazione della pensione Inps ventilata nelle ultime ore da alcune dichiarazioni del Presidente dell’Istituto Previdenziale italiano.

Renato Brunetta, ha presentato un’interrogazione al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, in merito alle “strampalate idee di riforma del sistema pensionistico emerse nelle ultime settimane da alcune improvvide dichiarazioni di Tito Boeri, aggravate dalla pubblicazioni sul sito istituzionale dell’Inps di rielaborazioni statistiche sul ricalcolo delle pensioni”. E’ quanto si legge in una nota di Brunetta.

[easy_ad_inject_1] “I giochi di simulazione del presidente dell’Inps, Tito Boeri – sottolinea Renato Brunetta –, che prevedono drammatici tagli fino al 25 per cento per le pensioni in essere superiori a 2 mila euro al mese, gettano nello sconforto il mondo dei pensionati, già alle prese con la crisi economica. Forse sarebbe bene che Renzi gli dica di smettere, se non vuole assumersene la piena responsabilità politica davanti a tanti milioni di pensionati e alle loro famiglie. Ho presentato questa interrogazione per avere chiarezza e trasparenza dal governo e chiedo formalmente che Poletti venga in Aula al question time di Montecitorio la prossima settimana. Chiedo che il ministro del Lavoro metta la faccia in una vicenda così inquietante”.

Alla richiesta di chiarimenti di Renato Brunetta si affianca anche quella dell’UGL per voce di Nazzareno Mollicone, responsabile dell’ufficio questioni previdenziali del sindacato, che in una nota chiede che il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, “deve chiarire quali siano le reali intenzioni del Governo su questa delicata materia e formulare le sue proposte per migliorare la situazione della previdenza pubblica, cosi’ come aveva annunciato nel recente question time al Senato”.

“Siamo lieti di constatare come anche l’on. Brunetta si sia accorto del ruolo ‘abnorme’ assunto dal nuovo presidente dell’Inps, Tito Boeri, il quale, pur non avendo poteri decisionali politici, continua a proporre tagli alle pensioni percepite da milioni di lavoratori che le hanno maturate dopo oltre trent’anni di lavoro continuativo”. “Ribadiamo comunque – prosegue Mollicone – che non e’ accettabile alcun intervento nelle questioni previdenziali senza un preventivo confronto con le parti sociali”. “Facciamo inoltre presente che un chiarimento e’ urgente poiche’ i pensionati sono disorientati da tutte queste dichiarazioni e preoccupati per il loro futuro, che già presenta tante difficoltà”, conclude la nota

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *