You are here
Home > Italia > Tangenti e frodi per refezione scuole: 11 indagati tra imprenditori e amministratori pubblici

Tangenti e frodi per refezione scuole: 11 indagati tra imprenditori e amministratori pubblici

Fallback Image

Napoli, 25 settembre 2015 – Stamattina, all’alba, i carabinieri hanno proceduto alla notifica di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Napoli su richiesta della Procura partenopea, nei confronti di 11 persone, tra cui imprenditori e amministratori pubblici, per tangenti e frodi per la refezione scolastica.

[easy_ad_inject_1]Dall’indagine sarebbe emerso che gli indagati facevano parte, a vario titolo, di una presunta associazione per delinquere finalizzata ad ottenere appalti per la fornitura di pasti nelle scuole delle province di Napoli, Avellino e Salerno tramite tangenti, frodi e la promessa di posti di lavoro. Sono ancora in corso le perquisizioni.

Tra i reati ipotizzati nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Napoli, oltre a quello di associazione per delinquere, anche quello di turbata libertà degli incanti, corruzione, frode in pubbliche forniture, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, estorsione e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

Dalle indagini sarebbe emerso che gli imprenditori ottenevano l’aggiudicazione di appalti pubblici per la fornitura di pasti nelle scuole campane, grazie all’intervento di dirigenti pubblici e amministratori e alla complicità di altre persone, determinando così l’esclusione delle ditte concorrenti dalle gare d’appalto, promettendo in cambio anche l’assunzione di amici e parenti.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top