Tasse. Padoan: “Taglieremo le tasse sulla casa e anche quelle delle imprese”

Roma, 7 settembre 2015 – Il Ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, conferma l’intenzione taglio delle tasse sulla casa ma non solo: saranno riviste anche le tasse sulle imprese.

[easy_ad_inject_1] Lo dichiara il Ministro parlando della “ripresa che c’è” al Forum Ambrosetti a Cernobbio: “Non è solo la tassa sulla casa che viene aggredita. Nella prossima Legge di Stabilità stiamo pensando di estendere un ulteriore abbattimento della tassazione a favore della competitività d’impresa” ha detto aggiungendo che “La finanza pubblica italiana è sul sentiero del risanamento”.
“C’è un quadro esterno favorevole che continuerà e c’è una forte componente interna. E questi numeri dureranno”, ha concluso Padoan.

Concetti ripresi con focus sul Sud Italia anche in un’intervista rilasciata alla Cnbc Europe dove tra l’altro ha dichiarato che “C’è una enfasi specifica per gli investimenti pubblici in infrastrutture per il Sud di cui c’è un grande bisogno. E forse, e possibilmente, su misure di sgravio fiscale per il Sud a patto che siano coerenti con le regole europee”.

Mef, entrate in aumento nei primi 7 mesi dell’anno: crescita dello 0,6% – Le dichiarazioni sul taglio delle tasse sono incoraggiate dai dati del suo ministero relativi alle entrate fiscali. Secondo quanto si apprende da un comunicato del Mef, nei primi sette mesi 2015 le entrate tributarie erariali ammontano a 234.094 milioni, 1.374 milioni in più rispetto allo stesso periodo del 2014 (+0,6%), percentuale che aumenta dell’1,3% considerando il venir meno quest’anno del gettito dell’ imposta sostitutiva sui maggiori valori delle quote Bankitalia.

In particolare nei primi 7 mesi 2015 il gettito Iva aumenta del +2,5% pari a 1,45 miliardi grazie all’andamento positivo degli scambi interni e dei versamenti dovuti in base al meccanismo dello split payment (+3,1%, pari a +1,5 mld), mentre risulta in calo il gettito registrato dalle importazioni dai Paesi extra-UE (-1,0% pari a -76 milioni).

Diminuiscono le entrate da accisa sui prodotti energetici (-1,8%) e sul gas, crollate del 41,6% (-1 mld). Il gettito da imposte indirette (104 mld) è complessivamente calato dello 0,1%.

In aumento anche le entrate derivanti dalla lotta all’evasione fiscale con un +0,9% in 7 mesi pari a +43 milioni di euro.
[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *