Terremoto 6.0 ad Accumoli e 5.3 e 4.7 a Norcia. 73 morti accertati, almeno 100 dispersi

terremoto oggi

Terremoto 6.0 ad Accumoli (Rieti), 5.3 e 4.7 a Norcia (Perugia). Imprecisato il numero dei morti. Il bilancio provvisorio dell Protezione Civile parla di 73 morti accertati ma ci sarebbero ancora un centinaio di dispersi che mancano all’appello. Tanti i feriti. Il comune di Amatrice praticamente è stato raso al suolo. Il dolore espresso da Mattarella e dal Papa. Nel primo pomeriggio altra forte scossa a Norcia.

Una serie di scosse di terremoto hanno devastato stanotte il centro Italia. Decine le scosse superiori a tre gradi ma tra tutte si evidenziano le scosse di terremoto di magnitudo 6.0 gradi della scala Richter registrata nel Lazio in provincia di Rieti e 5.3 in Umbria a Perugia.

La scossa di Rieti – Il terremoto è stato registrato dai sismografi dell’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) nella notte di  mercoledì 24 agosto 2016 alle 03:36:32 ora italiana ad una profondità (ipocentro) di 4 km.

L’epicentro è stato individuato alle coordinate 42.7, 13.24 a 38 Km a Ovest di Teramo nel territorio di Accumuli a meno di dieci chilometri di raggio da Arquata del Tronto e Amatrice.

La scossa di Perugia il terremoto è stato registrato dai sismografi dell’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) nella notte di  mercoledì 24 agosto 2016 alle 04:33:29 ora italiana ad una profondità (ipocentro) di 9 km.

L’epicentro è stato individuato alle coordinate 42.79, 13.15 nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini a 41 Km a Est di Foligno nel territorio di Norcia.
Sempre nella stessa zona di Norcia è stato registrato un altro forte sisma alle 13:50:30 di magnitudo 4.7 proprio nel mentre i soccorritori erano in azione. Si segnalano altri crolli per effetto dell’ennesima scossa.

Bilancio vittime – Ci sono state vittime sopratutto ad Accumuli. Lo riferisce il sindaco della città. Imprecisato per ora il bilancio delle vittime. L’ultimo bilancio della Protezione Civile parla di 73 morti accertati. 53 tra Amatrice e Accumoli e 20 ad Arquata. Il numero dei dispersi non è ancora precisato.
Un centinaio sono invece i feriti sino ad ora assistiti. Il bilancio è ancora provvisorio.

Le reazioni 

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “E’ un momento di dolore e di appello alla comune responsabilità. Tutto il Paese deve stringersi con solidarietà attorno alle popolazioni colpite”. “Il mio primo pensiero va alle vittime di questo devastante sisma”. Mattarella ringrazia tutte le forze impegnate nei soccorsi. Servirà “un rapido sforzo corale per garantire la ricostruzione, la ripresa dell’attività produttiva e il recupero della normalità di vita”.

Papa Francesco – Il Papa rinuncia alla Catechesi del mercoledì, nell’udienza generale, e invita “a pregare insieme il Rosario” per quanti sono stati colpiti dal terremoto nel centro Italia. “Esprimo il mio grande dolore e la vicinanza a tutte le persone che hanno perso i loro cari e a quelle che si sentono ancora scosse dalla paura”, ha detto Francesco “fortemente commosso” al sentire che Amatrice “non c’è più”.
Rivolge inoltre un ringraziamento ai volontari della Protezione Civile.

 E voi avete avvertito la scossa? Lasciate una testimonianza o un commento sotto. 

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *