You are here
Home > Esteri > Tesoro da 50 milioni trovato in relitto della nave inglese “City of Cairo”

Tesoro da 50 milioni trovato in relitto della nave inglese “City of Cairo”

tesoro

Parigi, 16 aprile 2016 – Un vero e proprio tesoro per un valore di 50 milioni di dollari è stato trovato in una nave affondata nel 1942 a largo della Namibia. Si tratta della nave mercantile “City of Cairo” partito da Bombay in India e diretta in Gran Bretagna.

A quanto si apprende dai registri storici la nave, dopo aver effettuato una sosta a Città del Capo fu affondata negli abissi dell’Oceano Atlantico a largo delle coste africane da un siluro tedesco e con essa affondarono 302 passeggeri oltre al prezioso carico di 50 milioni di dollari custodito in centinaia di casseforti, 7.422 tonnellate di merci tra cui ghisa, legna, lana e cotone.

Secondo quanto riporta “Le Figaro” ad individuare la nave a 5.150 metri sotto il mare è stato un gruppo specializzato in ricerche sottomarine, il Deep Ocean Search (DOS), che potrà mettere le mani sul tesoro composto da 2.182 bauli pieni di monete d’argento per un peso complessivo stimato di oltre 100 tonnellate.

[easy_ad_inject_1]La Deep Ocean Search in un comunicato stampa offre ulteriori dettagli: La SS “City of Cairo” capitanata da William Rogerson era di proprietà della Ellerman Lines. A bordo ha 100 tonnellate di monete d’argento appartenenti al Tesoro britannico.

Fu affondato da un U-68 tedesco comandato dal capitano Karl-Friedrich Merten il 6 novembre 1942. L’equipaggio e i passeggeri sopravvissuti cercarono di salvarsi sulle scialuppe di salvataggio ma alcune di queste naufragarono.

Il comandante e 154 dei sopravvissuti sono stati prelevati dalle SS Clan Alpino e sbarcati sull’isola di Sant’Elena e altre 47 persone sono state raccolte dalla nave mercantile a vapore britannica Bendoran e sbarcarono a Città del Capo. In tutto sono morte 104 persone, 79 equipaggio, 3 artiglieri e 22 passeggeri.

DOS ha iniziato le operazioni per il recupero del relitto della “City of Cairo” nel novembre 2011. Si è trattata di una ricerca difficile in quanto la profondità dell’acqua supera i 5000m e il fondale presenta creste e canyon in tutta l’area.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top