Testamento di Oriana Fallaci. L’eredità va a Edoardo. Gip archivia l’inchiesta

Roma, 1 agosto 2015 – Si conclude con l’archiviazione l’inchiesta sul testamento di Oriana Fallaci, indimenticata scrittice e giornalista morta il 15 settembre del 2006. Lo ha deciso il Giudice per le Indagini Preliminari (GIP) di Firenze Angelo Antonio Pezzuti perché “il fatto non sussiste”.

[easy_ad_inject_1] L’eredità della Fallaci va dunque a Edoardo Perazzi nominato unico erede nel testamento. L’inchiesta, partita nel 2011 a seguito di un esposto della sorella della scrittrice, Paola Fallaci, e di suo figlio Antonio, contro l’altro figlio Edoardo Perazzi, adducendo che la firma di Oriana Fallaci in calce al testamento non sarebbe stata autentica.

Con l’archiviazione si riconosce che la firma è autentica e l’eredità segue il corso deciso da Oriana Fallaci nel suo testamento. A confermarlo nel corso dell’inchiesta anche due consulenze grafologiche, anche con l’ausilio di medici specialisti tra cui un oncologo, un oculista e un radiologo.

Soddisfatti i legale di Edoardo Perazzi, gli avvocati Filippo Cei e Nicola Pabis Ticci che spiegano in una comunicato che il gip “disponendo l’archiviazione del procedimento per insussistenza dei fatti ascritti all’indagato, ha posto la parola fine alla querelle giudiziaria relativa alla pretesa falsificazione del testamento di Oriana Fallaci, di cui era stato accusato il nipote ed unico erede, Edoardo Perazzi”. “Il procedimento si è svolto davanti al Tribunale di Firenze – prosegue il comunicato – a seguito di una denuncia-querela presentata dalla sorella di Oriana Fallaci, Paola Fallaci e dal secondo figlio di quest’ultima, Antonio Perazzi, esclusi dall’eredità della famosa scrittrice in favore dell’altro figlio, Edoardo; quest’ultimo vede dunque riaffermata la sua qualità di unico erede della scrittrice”.

“Nel corso del procedimento sono state svolte ben due consulenze grafologiche – ricordano i legali – anche con l’ausilio di medici specialisti (oncologo, oculista e radiologo). Il giudizio unanime dei periti grafologi è stato di ‘attribuibilità certa’ del testamento alla mano di Oriana Fallaci. Al tempo stesso, gli specialisti interpellati hanno escluso che dall’esame della documentazione medica potesse desumersi alcun deficit cognitivo o neurologico della scrittrice, rimasta lucida e cosciente fino alle ultime ore di vita”.

Soddisfatto anche la parte convenuta nel procedimento e erede Edoardo Perazzi: “Sono soddisfatto e felice per la chiusura di una pagina per me dolorosa e certamente non necessaria. Non ho mai avuto dubbi sull’autenticità del testamento, perché questa era la volontà chiaramente espressa in più occasioni da Oriana prima della morte”. “Oriana, come la sorella e l’altro nipote ben sanno, è sempre stata lucida fino alla fine – aggiunge Perazzi – ed è un affronto alla donna che è stata, pensare che si sia lasciata ingannare”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *