Torino. Manichini impiccati a testa in giù contro Renzi, Salvini e Fassino

Torino, 25 aprile 2015 – Manichini con sagome a testa in giù e impiccate raffiguranti il premier Matteo Renzi, il sindaco di Torino Piero Fassino e il Leader della Lega Nord Matteo Salvini sono stati ritrovate ieri a Torino rispettivamente davanti ad una sede del Pd, dell’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) e una sede della Lega Nord.

[easy_ad_inject_1] Vicino ai fantocci sono state rinvenute anche le scritte “Pd uguale fascismo. A piazzale Loreto c’è sempre posto”, “Ieri ebrei e rom, oggi immigrati e rom. Dalle leggi razziali alle leggi razziste”, “Lega uguale fascismo. A piazzale Loreto c’è sempre posto”. Alcune scritte sono state trovate anche sui muri del circolo Pd di via Cervino.

Sul caso indaga la polizia. Tra le prime ipotesi il gesto dimostrativo avrebbe matrice anarchica.

Matteo Salvini ha commentato su twitter: “Soliti violenti di sinistra contro la Lega a Torino.Poi magari vanno in piazza per difendere la democrazia”. Per il segretario segretario regionale del Pd, Gariglio si è trattato di “un atto ignobile”

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *