Tragedia a Roma, auto sfonda posto di blocco e travolge passanti. Arrestata 17enne rom, identificati i fuggitivi

Roma, 28 maggio 2015 – Hanno le ore contate i due minori rom che ieri sera, a Roma, insieme ad una giovane di 17 anni, di origine nomade, mentre erano a bordo di un’auto non si sono fermati ad un posto di blocco della polizia e hanno travolto alcuni passanti, causando la morte di una donna di 44 anni, una filippina, e il ferimento di altre otto persone, di cui quattro in gravi condizioni.

[easy_ad_inject_1]La tragedia è avvenuta ieri sera a Roma, in via Mattia Battistini, all’incrocio tra via Monti di Primavalle e via Boccea. I tre minori, tutti rom, che si trovavano a bordo di una Lancia Lybra non si sono fermati all’alt della polizia ma, anzi, hanno accelerato e nel fuggire si sono scagliati a tutta velocità contro alcune persone ferme in attesa dell’autobus. Per sfuggire all’inseguimento della polizia, hanno poi falciato altre tre persone, di cui due in motorino e un’altra a piedi. I tre hanno poi abbandonando l’auto proseguendo la loro fuga a piedi.

La minorenne rintracciata è stata arrestata con l’accusa concorso in omicidio volontario, lesioni gravissime e omissione di soccorso, reati contestatogli dal Tribunale dei minorenni di Roma. Gli inquirenti sono ancora impegnati nella ricerca degli altri due minori rom in fuga, secondo fonti investigative sarebbero già stati identificati, ritenuti responsabili dell’incidente che, ricordiamo, ha causato la morte di una 44enne.

Stando ai primi accertamenti, l’auto sulla quale si trovavano i tre rom sarebbe intestata ad un italiano, risultato proprietario di decine di automobili, probabilmente un prestanome. La polizia ha cercato i fuggitivi con controlli a tappeto nei due campi nomadi di via Cesare Lombroso, all’Aurelio, ma al momento ancora non sono stati rintracciati, ma i due hanno le ore contate.

La sorella di uno dei minori ricercati per l’incidente stradale ha rivolto un appello al fratello, chiedendogli di tornare.

“Lo porteremo dal magistrato che deciderà cosa fare”

ha detto.

La madre del ragazzo ha detto che sta provando a rintracciarlo al telefono ma che il figlio non risponde.

“Ha 17 anni, forse ha paura della polizia”

ha detto la madre di uno dei ragazzi in fuga.

Secondo fonti investigative i due minori sarebbero già stati identificati. Il reato per cui procede la Procura della Repubblica di roma è di omicidio volontario, reato che sarà contestato a colui che stava guidando e che è dunque il principale responsabile della tragedia.

Angelino Alfano, ministro dell’Interno ha fatto sapere di essere costantemente in contatto con il dipartimento della pubblica sicurezza chiedendo a tutti il massimo impegno.

“I responsabili non avranno scampo, noi li prenderemo e non avranno nessuno sconto da parte dello Stato. Pagheranno caro e fino in fondo per quello che hanno fatto”

ha detto Alfano.

Intanto, la tensione a Roma sale sempre di più, nonostante il rafforzamento dei controlli nei campi rom della città capitolina.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *