Tragedia familiare a Colognola ai Colli (Verona). Ragazzo 17enne uccide la madre e tenta il suicidio

Colognola ai Colli (Verona), 14 aprile 2015 – Una tragedia familiare è accaduta ieri a Colognola ai Colli, comune italiano di 8.427 abitanti della provincia di Verona, in Veneto dove un ragazzo di appena 17 anni avrebbe prima ucciso la madre, poi ferito il padre e tentato infine di suicidarsi gettandosi sotto un trattore.

[easy_ad_inject_1]  Attualmente il ragazzo è in coma irreversibile all’ospedale di San Bonifacio a causa delle lesioni interne provocate dal tentativo di suicidio. Nello stesso ospedale sarebbe ricoverato anche il padre del giovane.

Da un prima ricostruzione il ragazzo, forse al culmine di una lite, avrebbe preso un coltello e con esso si sarebbe scagliato contro i genitori. Morta la mamma, Emanuela Panato, 47 anni, stimata maestra di scuola, e ferito gravemente il padre Riccardo Milani, 50 anni, imprenditore. Sotto choc l’altro figlio che probabilmente ha assistito alla scena.

Sul caso indagano i carabinieri della compagnia di San Bonifacio che a quanto pare non avrebbero ancora trovato l’arma usata dal ragazzo. Sono in corso i rilievi per ricostruire l’esatta dinamica della tragedia.

Alberto Martelletto, Sindaco di Colognola ai Colli si dice senza parole.”Non avevamo mai avuto notizie di problematiche per questo nucleo familiare – ha dichiarato a La Stampa – che viveva la propria vita apparentemente serena in un angolo isolato del nostro territorio. La mamma era una stimata maestra, so che alla scuola tutti la apprezzavano. Il padre è un imprenditore italiano che da quanto ho saputo avrebbe interessi in Romania”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *