You are here
Home > Italia > Tragedia familiare a Niardo (Brescia). Accoltella moglie e figlia. Tullio Lanfranchi in carcere

Tragedia familiare a Niardo (Brescia). Accoltella moglie e figlia. Tullio Lanfranchi in carcere

Niardo (Brescia), 18 aprile 2015 – Ancora una tragedia familiare si registra a Brescia dove ieri sera, intorno alle 20:30 un uomo,Tullio Lanfranchi, 61 anni, al culmine di un litigio familiare avrebbe accoltellato la moglie e la figlia. La tragedia è avvenuta nella loro casa in via Nazionale a Niardo, piccolo comune di 1.995 abitanti, della Val Camonica, provincia di Brescia in Lombardia.

Le vittime dell’efferato gesto sono la moglie Gloria Trematerra, 55 anni, originaria di Napoli e da 23 anni insegnante di inglese al liceo di Breno, colpita con più coltellate e deceduta poco dopo nell’ospedale dei Esine, e la figlia Alice, ricoverata in gravi condizioni ma che, secondo i sanitari, non sarebbe in pericolo di vita.
La coppia avrebbe un altro figlio, 21enne universitario, che al momento della tragedia non era in casa.

[easy_ad_inject_1] Secondo le testimonianze rilevate dai carabinieri giunti sul posto, l’uomo avrebbe detto ai vicini “Ho ammazzato mia moglie, chiamate il 118”. Arrestato, l’uomo è stato portato in carcere a Brescia ma non avrebbe confessato il delitto. Si attende l’interrogatorio della convalida dell’arresto e intanto il pubblico ministro Carlo Pappalardo della Procura della Repubblica di Brescia sta acquisendo tutti gli elementi da contestare al Lanfranchi.

Da quanto si apprende moglie e figlia erano vittime da tempo di violenza da parte dell’uomo tanto che da poche settimane vivevano in una casa protetta dopo le denunce di violenza.

Sarebbe stato lo stesso sindaco di Niardo, Carlo Sacristani, a firmare la convenzione per il trasferimento delle due donne, ma per motivi ancora da chiarire, ieri sera erano tornate nell’appartamento di Via Nazionale, probabilmente per prendere altri effetti personali. Purtroppo in casa c’era anche il Lanfranchi, attualmente disoccupato dopo la chiusura dell’azienda per la quale lavorava come operaio, che ha messo a segno il delitto.

Inoltre sembra che la moglie aveva anche avviato le pratiche per la separazione dal marito. I vicini di casa della famiglia testimoniano di una coppia molto riservata e nessuno dei problemi familiari era uscito fuori dalle mura domestiche.
[easy_ad_inject_2]

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top