Tragedia migranti nel Canale di Sicilia: 20 migranti caduti in acqua

Roma, 7 settembre 2015 – La cronaca ormai nera di questa immensa tragedia dell’immigrazione si tinge ancora del sangue di vittime dei viaggi di disperazione che dalle coste libiche cercano di raggiungere la tanto desiderata Italia, considerato sempre più porto europeo del benessere e di una nuova vita.

[easy_ad_inject_1]Almeno 20 migranti sarebbero caduti in acqua a 30 miglia dalle coste libiche e probabilmente sono morti poco prima che giungessero sul quadrante le due navi della Guardia Costiera, la motonave ‘Dattilo’, che ha tratto in salvo tutti i migranti, e l’unità di supporto “Sea Watch”, appena giunte a Lampedusa inviate dopo l’allarme arrivato alla Centrale operativa della Guardia costiera a Roma.

A testimoniare la tragica fine dei 20 migranti sarebbe proprio alcuni extracomunitari sbarcati sull’isola siciliana che avrebbero riferito i fatti agli operatori del progetto «Mediterranean Hope», finanziato dalla Federazione delle Chiese evangeliche in Italia.

In particolare una donna avrebbe riferito di aver perso due figli e un fratello mentre un ragazzo del Gambia avrebbe detto di aver visto due suoi amici sono scomparsi tra le onde.
[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *