Tumori, Aiom: al via la campagna di prevenzione contro il fumo per gli under 14

Roma, 26 ottobre 2015 – Ogni anno il fumo causa centomila nuovi tumori, sono numeri da vera e propria epidemia che può essere evitata facendo prevenzione. Ma la preoccupazione degli esperti si rivolge in particolare ai più giovani, sono infatti in forte aumento i baby fumatori, quelli che si avvicinano alla sigaretta già nei primi anni dell’adolescenza. Tutto ciò contribuisce ad un incremento dei casi di neoplasie diagnosticate: il tabacco è, infatti, responsabile ogni anno di circa il 30% di tutte le morti per tumore.

[easy_ad_inject_1]Per arrestare le conseguenze allarmanti di questo fattore di rischio evitabile, l’AIOM, l’Associazione Italiana di Oncologia Medica, promuove la prima campagna nazionale realizzata nel nostro Paese dedicata esclusivamente agli adolescenti (11-14 anni), per prevenire il primo approccio alla sigaretta dei più giovani, specie delle ragazzine. Il progetto è presentato nel corso del XVII Congresso nazionale della società scientifica che si è tenuto a Roma.

“Il nostro obiettivo è educare e responsabilizzare gli under 14 sulla pericolosità e le conseguenze del fumo. A partire da gennaio 2016 l’iniziativa interesserà 100 scuole medie inferiori dislocate su tutto il territorio nazionale fino al termine dell’anno scolastico. Coinvolgeremo testimonial sportivi e del mondo dello spettacolo. Infatti per raggiungere anche tutti gli altri istituti italiani che non potranno essere coinvolti nel programma di lezioni frontali sarà registrata una lezione-video con il testimonial che sarà pubblicata e diffusa su un sito internet dedicato alla campagna. Tutte le scuole italiane saranno invitate a proiettare questa lezione ‘speciale’ di approfondimento e prevenzione sul fumo in classe. Sarà sviluppata anche una app con giochi e quiz per illustrare ai ragazzi la pericolosità di questo vizio e i benefici che derivano da stili di vita sani”

ha spiegato il professor Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM.

Parte dunque l’offensiva dell’Aiom per contrastare un fenomeno in forte crescita, appunto quello dei baby fumatori. Il fumo di sigaretta è causa di diverse forme di cancro tra cui per l’85-90% di quelli al polmone, il 75% alla testa e collo, in particolare a laringe e faringe, il 25-30% al pancreas, oltre al cancro della vescica. Il fumo, inoltre, aumenta del 50% la probabilità di sviluppare una neoplasia del rene e fino a 10 volte all’esofago.

Nel nostro Paese ci sono 10,9 milioni, pari al 20,8% della popolazione: di cui 6,3 milioni uomini (25,1%) e 4,6 milioni donne (16,9%). Secondo i dati rilevati da Doxa, si inizia a fumare mediamente verso i 17-18 anni ma il 72% dei tabagisti ha acceso la sua prima sigareta tra i 15 e i 20 anni e il 12,9% prima dei 15 anni.

“Troppi adolescenti accendono la prima sigaretta a 13 anni o ancora più giovani. Per il 25% dei 15enni italiani e il 22% delle ragazze della stessa età l’abitudine al fumo inizia proprio sui banchi delle scuole medie inferiori. Preoccupa in particolare l’aumento del vizio fra le donne”

sottolinea la professoressa Silvia Novello, presidente WALCE Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe) e docente presso il Dipartimento di Oncologia Polmonare all’Università di Torino.

“Secondo l’American Cancer Society, il consumo di tabacco è responsabile ogni anno di circa il 30% di tutte le morti. In Italia questa stima corrisponde a più di 180mila decessi annui evitabili, dovuti a tumori, malattie cardiovascolari e dell’apparato respiratorio. È importante sottolineare che smettere di fumare riduce, dopo 5 anni, del 50% il rischio di sviluppare tumori del cavo orale, dell’esofago e della vescica e, dopo 10 anni, si dimezza la probabilità di avere una diagnosi di cancro del polmone. Proprio quest’ultima è la neoplasia che risente di più del vizio. La probabilità di svilupparla aumenta di 14 volte nei tabagisti rispetto ai non fumatori e fino a 20 volte nelle persone che consumano oltre 20 sigarette al giorno”

ha detto il professor Carmine Pinto.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *