Tumori. Scoperto il segreto del cancro: influenza altri organi alterandone i ritmi circadiani

Irvine, California (USA), 6 maggio 2016 – Un team di ricercatori della University of California, guidati dall’italiano Paolo Sassone-Corsi, ha scoperto il segreto del cancro, come cioè la malattia riesce ad influenzare altri organi a distanza alterandone le funzioni a suo vantaggio.

Dallo studio è emerso che le cellule tumorali sono in grado di interrompere i ritmi circadiani del corpo, interferendo con il modo in cui gli organi producono e utilizzano grassi e zuccheri per il nutrimento dell’organismo.

Il professor Paolo Sassone-Corsi ritiene che i risultati della ricerca aiuteranno a spiegare perché il cancro uccide cambiando la strategia della lotta ai tumori.

I ricercatori Centro per l’Epigenetica e il Metabolismo della University of California, ad Irvine, negli Stati Uniti, hanno scoperto che il cancro localizzato in un certo organo è in grado di riprogrammare a distanza il metabolismo degli altri organi alterandone le funzioni metaboliche e provocando ulteriori danni all’organismo. E per riuscirci riprogramma l’orologio interno dell’organo preso a bersaglio facendolo lavorare in modo da fornire nutrimento alle cellule tumorali.

“Abbiamo orologi in tutti i tessuti del nostro corpo. Tutti questi orologi biologici devono essere sincronizzati, o lavorare in concerto. Un tumore, localizzato in un organo, è responsabile della riprogrammazione metabolica di altri organi, tra cui il fegato. E’ la prima volta che viene messo in rilievo questo effetto ‘a distanza’ di un tumore. Credo davvero che questo studio cambierà le strategie di lotta ai tumori perché fa capire come il cancro influenzi il metabolismo di tutto il corpo. La scoperta è di grande rilevanza per tutti”, ha detto Sassone-Corsi.

Per la ricerca, il team di scienziati ha studiato topi con adenocarcinoma polmonare, esaminandone il tessuto del fegato di ora in ora, osservando la crescita del tumore. I ricercatori hanno scoperto il tumore, a distanza, riusciva a scatenare una forte infiammazione tanto da inibire i segnali dell’insulina e ridurre la tolleranza al glucosio, influenzando così il metabolismo di tutto il corpo.

I ricercatori hanno scoperto, inoltre, che il 46% dei geni coinvolti nel ritmo circadiano del fegato sono stati modificati dalla crescita del tumore.

“E’ noto che molti pazienti muoiono per complicanze sistemiche piuttosto che per lo sviluppo tumorale. Il nostro studio individua come il tumore ai polmoni alteri a distanza il metabolismo del fegato attraverso i ritmi circadiani, riprogrammandone il metabolismo. Conoscendo questi meccanismi molecolari accumuleremo informazioni essenziali per i medici quando devono pianificare la chemioterapia e altri tipi di trattamenti farmacologici. Il passo successivo sarà quello di dimostrare lo stesso sfasamento nei pazienti affetti da cancro umano”, spiega il professor Paolo Sassone-Corsi.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica Cell.luzionare il trattamento futuro anche di altri tipi di malattie.

Un pensiero riguardo “Tumori. Scoperto il segreto del cancro: influenza altri organi alterandone i ritmi circadiani”

  1. La notizia è estremamente positiva. Resta l’amarezza che la scoperta sia stata fatta da un’Italiano costretto ad emigrare per fare ricerca. Stiamo facendo fuggire tutti i medici migliori,che si vedono passare avanti deficienti raccomandati dai soliti politici.E’ uno schifo che i nostri migliori scienziati debbano emigrare per sottrarsi alla logica dei partiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *