You are here
Home > Salute > Tumori. In arrivo un test della saliva per la diagnosi precoce del cancro

Tumori. In arrivo un test della saliva per la diagnosi precoce del cancro

Fallback Image

Los Angeles, California (USA), 16 febbraio 2016 – Presentato a Los Angeles, nel corso convegno dell’Associazione americana per l’avanzamento delle scienze (Aaas), il primo prototipo di un test che promette di diagnosticare il cancro in pochi minuti analizzando una sola goccia di saliva. Una volta conclusi gli studi clinici il nuovo test per la diagnosi precoce del cancro potrebbe contribuire a salvare migliaia di vite. Entro la fine del decennio,  nel 2020, potremmo avere tutti la possibilità di eseguire un test del cancro persino entro le mura di casa, utilizzando una sola goccia di saliva.

Un team di scienziati californiani sta infatti sviluppando un test del cancro che costa poco, circa 20 euro, e che fornisce il risultato in dieci minuti. Il nuovo test sarebbe in grado di rilevare i frammenti di Dna tumorale nei fluidi del corpo analizzando una goccia di saliva. Una sorta di “biopsia liquida”, non invasiva perché non richiede un intervento chirurgico, e che potrà essere alla portata di tutti.

Il test per diagnosticare il cancro è stato sviluppato da David Wong, professore di oncologia presso la California State University di Los Angeles, in California. Il professor Wong sostiene che è possibile rilevare il DNA del tumore quando è in circolazione nei fluidi corporei grazie al nuovo test noto come biopsia liquida.

“Il test della saliva è al 100% più preciso ed è così semplice che potrebbe essere effettuato da un farmacista, un dentista o anche nella privacy della propria casa”

spiega Wong.

I test attualmente disponibili per la diagnosi del cancro richiedono esami del sangue o una biopsia, e tempi abbastanza lunghi per conoscere la firma genetica del tumore. Anche se sono utili per monitorare la diffusione del cancro non possono essere utilizzati per un test iniziale. E possono dare come risultato un falso positivo.

I test eseguiti da Wong hanno dimostrato che in una sola goccia di saliva sono contenuti dati sufficienti per fare una diagnosi definitiva non appena il tumore si sviluppa.

In attesa dell’approvazione della Food and Drug Administration negli Stati Uniti, che dovrebbe arrivare entro un paio di anni, gli scienziati sperano che il nuovo test per la diagnosi del cancro possa essere disponibile entro la fine del decennio anche in Gran Bretagna.

“Se la firma del tumore è in circolazione nel sangue o nella saliva di una persona, questo test la rileva. Serve solo una goccia di saliva e possiamo avere i risultati in circa 10 minuti”

ha detto Wong presentando il suo nuovo ritrovato nel corso convegno dell’Associazione americana per l’avanzamento delle scienze (Aaas).

Il test cerca mutazioni genetiche nel plasma sanguigno che siano coerenti con un tumore e può rivelarsi davvero rivoluzionario per la diagnosi precoce dei tumori, che è fondamentale nel percorso di guarigione del paziente.

Gli studi clinici su pazienti affetti da cancro del polmone dovrebbero iniziare entro la fine dell’anno per verificare la validità del nuovo test. Wong spera che il nuovo test possa essere utilizzato anche per altre forme di cancro, come quello orale.

“Più avanti potrebbe essere possibile avere un test in grado di rilevare contemporaneamente più tipi di tumore”

ha detto Wong.

Va aggiunto che tra le biopsie liquide allo studio, vi è anche quella che stanno portando avanti i ricercatori dell’Istituto oncologico veneto (Iov) nell’ambito del progetto italiano Cancer-Id. Gli italiani stanno infatti cercando di individuare nuovi marker che mirano ad evitare la biopsia puntando però sull’analisi del sangue.

Mena Cirillo
Appassionata di divulgazione dal 2001 al 2009 ho collaborato con la testata giornalistica Salus.it e dal 2009 al 2011 con Italia News. Per contattarmi: notizie@notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top