You are here
Home > Scienza e Tecnologia > Twitter si evolve con tweet lunghi fino a 10mila caratteri. Jack Dorsey pensa a fare cassa non agli utenti

Twitter si evolve con tweet lunghi fino a 10mila caratteri. Jack Dorsey pensa a fare cassa non agli utenti

Fallback Image

Market Street, San Francisco (USA), 7 gennaio 2016 – Rivoluzione in casa Twitter che sta per rinnovarsi ed evolversi permettendo tweet lunghi fino a 10mila caratteri. Basta dunque ai messaggi telegrafici scritti con soli 140 caratteri e via libera a veri e propri poemi. Ma piacerà davvero agli utenti di Twitter o è solo una mossa strategica del nuovo Ceo della società californiana, Jack Dorsey, che sta pensando (forse) più ad accontentare gli investitori con un aumento degli introiti pubblicitari che al popolo di Twitter?

La notizia sta rimbalzando su tutti i quotidiani americani, e non solo, che sostengono che il noto social network sia pronto ad abolire il limite dei 140 caratteri per aumentarlo fino a 10.000 entro i prossimi tre mesi. In questo modo la società intende rendere il suo servizio più attraente ad un pubblico abituato alla possibilità di avere a disposizione più caratteri per scrivere come quella offerta da Facebook e altri social network.

La scelta sembra sia del nuovo ceo di Twitter, Jack Dorsey, che ha sostituito Dick Costolo, quest’ultimo praticamente mandato via per i pessimi risultati ottenuti.

In un recente tweet proprio Jack Dorsey ha scritto che Twitter mal si sposava con il limite dei 140 caratteri e che aveva notato che molti dei circa 300 milioni di utenti stanno già cercando di inserire testi più lunghi attraverso screenshot inseriti nei loro tweet.

La società sta quindi esaminando il modo per dare a tutti gli utenti più spazio per esprimersi senza però perdere la natura stessa di Twitter: velocità, creatività, brevità. Questi sono caratteri indelebili del social network, sottolinea Dorsey.

“Stiamo cercando di rivoluzionare Twitter dando alle persone quello che vogliono”

ha detto Dorsey.

Molti analisti ritengono, però, che in questo modo il nuovo ceo della società californiana stia agendo più per gli azionisti che per gli utenti stessi, ormai affezionati a cinguettii brevi, tanto da ritenere sacro il limite dei 140 caratteri.

Lo scopo sarebbe dunque quello di attirare un pubblico più grande che, di conseguenza, genererebbe maggiori introiti pubblicitari.

Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top