Ultime notizie fallito Golpe Turchia. Renzi ha espresso sollievo per gli sviluppi. Ultimo bilancio: 265 morti

Aggiornamento 14:36 Matteo Renzi: “Democrazia via maestra” – Il premier italiano Renzi ha espresso “sollievo” per gli sviluppi in corso in Turchia. “La preoccupazione per una situazione fuori controllo in un Paese partner Nato oggi lascia spazio al prevalere della stabilità e delle istituzioni democratiche” ha detto il premier italiano che ha aggiunto l’auspicio “che non ci siano rovesci e pericoli per la popolazione e per gli stranieri; libertà e democrazia siano sempre la via maestra da seguire e difendere”.

Tentativo di Colpo di Stato la sera di venerdì in Turchia fallito dopo una lunga notte di combattimenti, una guerra civile tra popolazione, lealisti e militari golpisti che ha lasciato a terra 265 morti, di cui 104 golpisti, e 1.140 feriti il bilancio del tentato golpe in Turchia. Il primo ministro Yildirim ha affermato che sono 2.939 i militari arrestati.

Non tutto l’esercito ha partecipato al golpe, anzi sembra che buona parte delle forze armate sia rimasto fedele ad Erdogan, cosa che ha permesso di risolvere la crisi in una dura ma sola notte di combattimento. Il Capo della Marina, secondo quanto ha riferito la Cnn Turk, ha affermato che le forze sotto il suo controllo “non aderiscono alla sollevazione”. E il ministero della Difesa ha disconosciuto la nota firmata dallo Stato Maggiore diffusa dalla Tv pubblica, durante l’occupazione degli studi. Secondo il ministero si tratterebbe di un comunicato “pirata” e “la democrazia uscirà vittoriosa”.

Il Parlamento turco sabato mattina si è riunito in seduta straordinaria. I 3 partiti di opposizione riferiscono in Aula, dopo la condanna unanime del tentato golpe. La sede del Parlamento turco è stata colpita nella notte da raid aerei ed ha subito danni ingenti.

Presidente Erdogan: il golpe è stato sventato e ripuliremo l’esercito – “Il golpe è stato sventato” e “coloro che lo hanno pianificato pagheranno duramente”. Queste le prime parole del presidente turco Erdogan, non appena rientrato a Istanbul, dopo essersi messo in volo nei minuti successivi al tentativo di colpo di Stato. “Hanno organizzato un attentato all’unità, alla solidarietà e alla sovranità nazionale”, ha affermato Erdogan. “Si tratta di un tentativo di rovesciare lo Stato e la volontà popolare”, ha aggiunto.

“Il golpe è un regalo di Dio, che servirà per ripulire l’Esercito”. Lo ha dichiarato il presidente turco Erdogan e ringrazia la folla che ha accolto il suo appello a scendere in piazza.
“Voglio ringraziarvi per quello che avete fatto a nome mio e della nazione”, ha detto circondato da migliaia di sostenitori. Ha poi nominato il nuovo capo di Stato maggiore, Dundar e destituito 34 ufficiali.

Ucciso il generale golpista – Un generale golpista sarebbe stato ucciso e almeno 130 ufficiali dell’esercito sarebbero stati arrestati. Lo ha annunciato il premier turco. Yildrim che ha ordinato ai soldati lealisti di abbattare ogni mezzo aereo ancora in volo sotto il controllo dei golpisti.In precedenza aveva disposto una no-fly zone su Ankara.

Le reazioni internazionali – L’Unione Europea ha rivolto un appello per “un rapido ritorno all’ordine costituzionale in Turchia”, dopo il tentativo di golpe. Il presidente del Consiglio europeo Tusk ha sottolineato che le tensioni nel Paese “non possono essere risolte con le armi” e che non c’è alternativa allo stato di diritto”.
Di fronte al tentativo di colpo di Stato,”l’Ue sostiene pienamente il governo democraticamente eletto, le istituzioni del Paese e lo stato di diritto”, si legge nel comunicato congiunto di Tusk, Juncker e Mogherini.

Obama in appoggio a Erdogan – Il presidente Usa Obama è intervenuto schierandosi al fianco del presidente turco Erdogan. Pur senza citarlo, Obama ha dichiarato che va sostenuto “il governo turco democraticamente eletto”.
Rivolgendosi poi a tutte le parti, si è appellato “per scongiurare le violenze e bagni di sangue”.

La Russia ha sollecitato nella notte: “Evitare bagno di sangue”. Poco prima il segretario di Stato Usa, Kerry, si era appellato alla “pace”, alla “stabilità” e alla “continuità”. Renzi ha seguito gli sviluppi della situazione,in contatto con la Farnesina.

Intanto l’Iman Gulen,da anni residente negli Usa,ha negato qualsiasi coinvolgimento nel tentativo di colpo di stato in Turchia. Prima alleato e poi nemico giurato di Erdogan, Gulen, 75 anni, ha affermato: “Ho sofferto per i numerosi colpi di stato militari nel corso degli ultimi 50 anni e trovo offensivo essere accusato di avere qualche legame con questo tentativo di golpe”.
Gulen è accusato dal presidente turco Erdogan di essere la mente del tentato golpe nel Paese. “La sua è un’organizzazione terroristica”, ha detto il presidente turco.”Io sono accanto al mio popolo,non me ne vado da nessuna parte. Non lasceremo il Paese in mano ai golpisti”.

I militari golpisti, per mail. annunciano che continueranno a combattere e invitano i turchi a restare in casa.

L’inizio del tentativo di golpe A dare l’annuncio di un colpo di Stato imminente è stato il premier turco Yildirim: “Tentato colpo di Stato militare”.. L’esercito turco ha chiuso l’accesso a due ponti sul Bosforo a Istanbul in direzione dall’Anatolia verso l’Europa.

Aerei da guerra ed elicotteri avrebbero sorvolato a bassa quota l’area. Carri armati per le strade ad Ankara, la capitale.

Secondo Sputnik un elicottero d’attacco dell’esercito ha aperto il fuoco contro la sede dell’intelligence nella capitale. I militari hanno poi disarmato le forze di polizia ad Ankara e Istanbul.

Richiamati in servizio tutti gli agenti.

Secondo quanto riferito dalla Cnn turca, i Militari poi hanno fatto irruzione nella sede della tv statale turca. Le trasmissioni sono state interrotte.

Dai canali della tv di Stato Trt è stato annunciato che le forze armate turche hanno dichiarato la legge marziale e il coprifuoco. Sotto il controllo un “Consiglio di Pace” per la sicurezza della popolazione. A breve sarà preparata una nuova Costituzione.

Corrispondenti a Istanbul di Sky News e dalla tv Ntv riferiscono che lo Stato maggiore ha annunciato che il golpe è stato effettuato: “Per ristabilire l’ordine democratico e la libertà” ed ha assicurato che accordi e impegni internazionali restano validi
Il Capo di stato maggiore delle forze armate turche sarebbe “ostaggio di un gruppo di militari golpisti”. Il presidente Erdogan sarebbe al sicuro.

L’ambasciatore d’Italia, Luigi Mattiolo, ha fatto diffondere tramite la rete di comunicazione via sms il consiglio ai tanti italiani presenti in Turchia di restare in casa e di non uscire in strada fino a nuove disposizioni.

Carri armati dell’esercito turco sono stati dispiegati anche all’aeroporto internazionale Ataturk di Istanbul ma la notte è lunga.

Colpito il palazzo del presidente Erdogan – Il palazzo presidenziale di Erdogan ad Ankara è stato bombardato da un velivolo militare. Lo mostrano le immagini delle tv turche che mostrano una fitta colonna di fumo. Almeno 5 persone sarebbero morte nel bombardamento.

I golpisti arretrano nella notte – Un elicottero militare dei golpisti che ha bombardato la sede dell’autorità delle telecomunicazioni satellitari turche è stato abbattuto.
Intanto a Istanbul decine di militari hanno abbandonato i tank che bloccano il transito sul ponte del Bosforo, in segno di resa, ponendo fine agli scontri tra polizia e militari. La città è sorvolata a bassa quota da F-16. L’aeroporto Ataturk. occupato dai militari, dovrebbe tornare alla normalità nelle prossime ore. Almeno 754 gli arresti per il tentato golpe in Turchia.

Il golpe di venerdì in Turchia richiama drammaticamente quello del 1960 quando il generale Gursel rimosse il presidente Beyar e il premier Menderes che fece giustiziare. Il sistema civile fu ripristinato nel 1961.Nel 1980 altro golpe guidato dal Gen.Evren che instaurò la dittatura militare terminata nel 1982.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *