Sì alle Unioni civili. Renzi: “Ha vinto l’amore”. M5S: governo Renzi-Verdini. Orlando:”Ala non in maggioranza”

E’ arrivato lo storico ok del Senato sulle Unioni civili grazie all’accordo tra PD e NCD e anche i voti dei verdiniani non senza polemiche, in particolare sulle ultime dichiarazioni di Alfano da Bruxelles: la replica di Boschi e Guerini. Per il M5S è nato il nuovo governo Renzi.Verdini.
Roma, 25 febbraio 2016 – Il premier Renzi esulta su Facebook per la sua scelta di porre la fiducia sulle Unioni Civili.Il Senato ha votato la fiducia sul maxi emendamento al ddl sulle unioni civili con 173 voti a favore e 71 contrari. Assenti in Aula i senatori del M5S. Il ddl ora passa all’esame della Camera.

Renzi: Ha vinto l’amore – “Ha vinto la speranza contro la paura. Ha vinto il coraggio contro la discriminazione. Ha vinto l’amore. Se come minaccia qualcuno io andrò a casa perché ‘colpevole’ di aver ampliato i diritti senza aver fatto male a nessuno, lo farò a testa alta. Perché oggi l’Italia è un Paese più forte. Perché oggi siamo tutti più forti”. “La giornata di oggi resterà nella cronaca di questa legislatura e nella storia del Paese”.

La giornata di oggi resterà nella cronaca di questa legislatura. E nella storia del nostro Paese.Abbiamo legato la…

Pubblicato da Matteo Renzi su Giovedì 25 febbraio 2016

M5S: nasce governo Renzi-Verdini – “Altro che unioni civili: oggi è il giorno del matrimonio Renzi-Verdini, con Alfano damigella d’onore. Dalla loro unione nasce un vero e proprio nuovo governo, ora aspettiamo solo la poltrona che Renzi porterà come regalo di nozze all’ex fedelissimo di Berlusconi, plurindagato per diversi reati”. Così commenta il capogruppo M5S in Senato, Nunzia Catalfo.

Il ministro della Orlando replica: Ala? No in maggioranza – Il voto di Ala alla fiducia “non certifica un ingresso in maggioranza”, ieri “vi è stata una fiducia sul Milleproroghe e Verdini non l’ha votata”.”Se ci fosse un allargamento strutturale è una cosa di cui si può discutere”,
aggiunge Orlando spiegando come, tuttavia, “sarebbe bene non far finta che questa legislatura non necessiti dilarghe intese”.

Accordi e polemiche precedenti al voto

Nonostante l’accordo tuonano polemiche con dichiarazioni rese dal leader NCD, Angelino Alfano, che hanno suscitato le reazioni degli alleati di governo del PD.

Angelino Alfano è tornato sul tema delle Unioni Civili e da Bruxelles ha dichiarato: “E’ stato un bel regalo all’Italia avere impedito che due persone dello stesso sesso, cui lo impedisce la natura, avessero la possibilità di avere un figlio. Abbiamo impedito una rivoluzione contro natura e antropologica”.

Ad Alfano replica il Ministro per le Riforme Maria Elena Boschi: “Credo che dovrebbe prevalere il buon senso anche nelle dichiarazioni. Il regalo all’Italia è consentire alla Costituzione di trovare piena applicazione e di affermare finalmente che il progetto di vita tra due persone dello stesso sesso non vale meno di quello tra un uomo e una donna.”. “Il regalo all’Italia è dire che non ci sono cittadini di serie B. E questa legge va nella direzione giusta”.

Anche Lorenzo Guerini, vicesegretario del PD replica ad Alfano: “Con il voto di oggi al Senato si fa il primo decisivo passo per l’approvazione di una legge che l’Italia aspetta da oltre 20 anni. Non occorre per questo alimentare polemiche con dichiarazioni infelici che risultano inutili ed esagerate. E’ un traguardo molto importante che allarga i diritti delle persone”. “Ciò che conta è che si sta rendendo l’Italia un Paese più civile e moderno” conclude.

Centrodestra: vulnus democrazia – La legge sulle unioni civili “è un Frankenstein” che porterà a “infiniti ricorsi alla Corte Costituzionale”,e in più sta avendo un iter parlamentare che “è un vulnus alle regole della democrazia”. Così i capigruppo del centrodestra Romani, Centinaio e Bonfrisco, Quagliariello (Idea), Mauro (Pi) e Gasparri (Fi) in conferenza stampa.

Verdiniani: voteranno compatti la fiducia – I verdiniani voteranno compatti la fiducia al governo sulle Unioni civili. Lo ha annunciato il presidente di Ala, Lucio Barani, al termine della riunione del gruppo che si è tenuta in Senato. “Ala vota la legge tecnicamente e politicamente – afferma Barani – il gruppo compatto voterà la fiducia”. “Noi siamo per le riforme e siamo indispensabili per realizzarle. Siamo il paracadute di emergenza di una maggioranza che si apre quando quello di ordinanza è in difficoltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *