USA. Attacco in Texas: presunte rivendicazioni Isis. Obama informato segue gli sviluppi

Garland (USA), 5 maggio 2015 – C’è preoccupazione negli Stati Uniti il giorno dopo il terribile attacco di Dallas al convegno sulle vignette di Maometto. L’incubo terrorismo che aveva investito gli USA l’11 settembre 2011 questa volta si chiama Isis. Ci sarebbero proprio affiliati al Califfato Islamico dietro l’attacco a Garland nei pressi di Dallas, in Texas, dove presso il Culwell Event Center era in corso un evento con una mostra di vignette su Maometto e cui partecipava l’ultraconservatore olandese Geert Wilders, noto per le sue posizioni anti-Islam.

[easy_ad_inject_1] Ferito un addetto alla sicurezza. I due attentatori, Elton Simpson, cittadino americano di 30 anni dell’Arizona, residente a Phoenix, e Nadir Soofi, 34 anni, sono morti sotto i colpi della Polizia. Il primo era già noto all’Fbi per sospetto terrorismo.

Nel frattempo ci sarebbero presunte rivendicazioni dell’Isis e sospetti di legami tra Simpson e jihadisti militanti per lo Stato Islamico. Lo rivela Rita Katz, direttrice di Site, secondo la quale in una serie di tweet postati dopo l’attacco dal jihadista Abu Hussain alBritani si leggerebbe “2 nostri fratelli hanno appena aperto il fuoco alla mostra in Texas sul Profeta Maometto” e sarebbe stato lui a lanciare l’hashtag #garlandshooting e #TexasAttack.

Sotto accusa è anche l‘American Freedom Defense Initiative’,l’associazione che ha organizzato l’iniziativa con a capo l’attivista Pamela Geller nota per le sue posizioni radicali anti islam.
La Casa Bianca fa sapere con una nota che “Non c’è alcuna forma di espressione, anche se offensiva, che giustifichi un atto di violenza”. Il presidente Barack Obama è informato e segue gli sviluppi.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *