Usa. Nasce figlia nera a coppia gay bianca. Fanno causa alla banca del seme e la perdono

New York, 7 settembre 2015 – Una coppia gay, Jennifer Cramblett e Amanda Zinkon, entrambi bianche, si è rivolta ad una banca del seme, la Midwest Sperm Bank, per concepire un bambino, un figlio tutto loro. La richiesta è di un bambino bianco con gli occhi azzurri così come bianche sono le due donne e così come biondo e bianco con gli occhi azzurri è l’altro figlio della coppia.

[easy_ad_inject_1] La donna viene inseminata e porta avanti la gravidanza per nove mesi, ma al momento della nascita la sorpresa per le due donne: nasce una bella bambina sana ma è nera. In sostanza la banca del seme aveva sbagliato la provetta consegnando a Jennifer Cramblett il flacone del donatore afroamericano, il numero 380 invece del caucasico 330.

Jennifer fa dunque causa e chiedono un risarcimento di 50 mila dollari. La banca del seme intanto si è scusata ed ha risarcito la coppia parzialmente restituendole al metà della cifra che speso per l’inseminazione artificiale.

In tribunale poi la Midwest Sperm Bank si è difesa chiedendo al giudice di rigettare la domanda di risarcimento per “nascita errata” perché il bambino era sano.

Il giudice della DuPage County, Ronald Sutter, ha dato ragione alla banca del seme pur dando una possibilità a Jennifer la possibilità di ripresentare una nuova azione legale davanti ad un nuovo giudice ma non più per nascita errata, ma per negligenza.

Bob Summers, legale di Jennifer Cramblett ha spiegato: “Non si può parlare di una nascita “illegale” in quanto la bambina è sana” e non sono dimostrati rischi di malattie congenite o ereditarie. Il giudice inoltre ha respinto anche la richiesta per “rottura del contratto” avanzata da Cramblett per l’errore commesso.

Jennifer Cramblett e Amanda Zinkon continuano la sua battaglia apparendo in diverse trasmissioni televisive e in una delle ultime hanno dichiarato di amare la bambina ma di aver paura che possa crescere sentendosi emarginata in un contesto prevalentemente bianco come quello in cui vivono. “La banca del seme non mi ha supportato per niente – ha dichiarato Jennifer – Ho solo ricevuto una telefonata in cui mi avvertivano dello scambio, ma solo in un secondo momento sono stata avvertita che il seme era di un afro-americano”.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *