Usa. Professoressa licenziata per invio foto hot a studenti

Ponte Vedra Beach, Florida, 11 febbraio 2016 – Frequentemente la cronaca riporta casi di molestie di professori di sesso maschile su studentesse. Più raramente, l’accusa di molestia su minori riguarda una professoressa, e quando accade fa notizia, anche in America.

Dionne Younce, 28 anni, professoressa di educazione fisica, è stata prima sospesa e poi licenziata dalla Allen D Nease High School di Ponte Vedra Beach, in Florida, in quanto avrebbe inviato foto hot ad alcuni suoi studenti. E’ quanto riporta Unilad.

Secondo l’accusa, la professoressa avrebbe usato la chat di Snapchat per inviare messaggi ‘inappropriati’ ad almeno tre studenti, compresi i membri della squadra di football della scuola. Gli investigatori avrebbero inoltre raccolto le dichiarazioni di uno studente che ha riferito di avere con la prof una relazione, nata come un “sottile flirt”, poi sviluppatasi in “aggancio sessuale” con conseguente invio reciproco di foto in cui apparirebbero nudi.La polizia indaga anche su altri quattro studenti di sesso maschile.

Altri quattro studenti maschi, i cui nomi e le età, non sono stati rilasciati, e due principali di aiuto sono stati elencati anche sulla relazione.

Christina Langston, portavoce del St. Johns County School District, ha detto al New York Daily News che la sospensione della Younce e il successivo licenziamento hanno seguito la scoperta di messaggi agli studenti.

Ora la professoressa dovrà affrontare due accuse penali di secondo grado relativi ad atti osceni su minori, con il rischio di vedersi comminata una pena anche di 15 anni di carcere.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *