Vaccini e vaccinazioni: il medico che le sconsiglia rischia la radiazione. Codacons: no regali a farmaceutiche

Il medico che sconsiglia le vaccinazioni può rischiare di essere radiato dall’Ordine dei Medici. Lo ha deciso la Fnomceo. Il Ministro Lorenzin plaude

Vaccinazione o non vaccinazione. Medici che le consigliano e medici che le sconsigliano. La polemica tanto discussa in queste ore ha radici lontane. Già lo scorso anno l’ordine dei Medici ipotizzava la possibilità di introduzione delle sanzioni a carico dei medici che sconsigliavano le vaccinazioni, un’ipotesi considerata da alcuni “assurda” fino a ieri.

Roberto Lala presidente dell’Ordine dei Medici di Roma dichiarava lo scorso ottobre “l’ipotesi assurda di sanzioni a chi non consiglia o, peggio, non impone le vaccinazioni mette in fibrillazione l’intera comunità medica italiana, soprattutto quella in rapporto di dipendenza o convenzione con il Servizio Sanitario pubblico. Se verrà in qualche modo poi confermata sarà respinta senza se e senza ma da tutta la categoria, poiché sarebbe l’ennesima dimostrazione di una vera e propria caccia alle streghe attuata nei nostri confronti. E’ insopportabile e inaccettabile che ormai ogni questione, per quanto delicata, debba essere affrontata preliminarmente con la minaccia della sanzione. Più che medici e professionisti responsabili sembra che il Governo ci consideri alla stregua di automobilisti indisciplinati cui applicare il codice della strada anziché il buon senso e la consultazione preventiva”.

Nello stesso periodo il Ministero della Salute aveva emanato una nota in cui spiegava che “in relazione a quanto pubblicato da diversi organi di stampa secondo cui sarebbero allo studio sanzioni, quali la radiazione, per i medici che sconsigliano le vaccinazioni obbligatorie, si precisa che la notizia è priva di ogni fondamento. La bozza di Piano Nazionale Vaccini, attualmente all’esame della Conferenza delle Regioni, prevede esclusivamente percorsi di concertazione con gli Ordini e le associazioni professionali e sindacali per cogliere l’obiettivo condiviso di garantire adeguate coperture vaccinali”.

Cosa cambia oggi?

La Fnomceo, Federazione degli Ordine dei medici, dice chiaramente in un documento approvato all’unanimità dal Consiglio nazionale che “Il consiglio di non vaccinarsi, in particolare se fornito al pubblico con qualsiasi mezzo, costituisce infrazione deontologica”, prendendo una seria posizione nei confronti dei dottori che sconsigliano l’utilizzo del vaccino

“Noi siamo pronti a fare la nostra parte – ha spiegato il segretario Luigi Conte -, sono già in corso e sono stati fatti procedimenti disciplinari per medici che sconsigliano i vaccini. Si può arrivare anche alla radiazione”.

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin si dice soddisfatta del documento: “Ritengo estremamente importante il documento sulle vaccinazioni della Fnomceo. E’ una voce molto forte che riafferma la volontà di essere dalla parte dei bambini per sconfiggere una vera e propria piaga, per una paura medievale sulle vaccinazioni. Il calo delle vaccinazioni – ha aggiunto – è preoccupante e mette a rischio la salute dei bambini. Dobbiamo essere sempre vigili e continuare la battaglia per le vaccinazioni”.

E in una intervista al Messaggero ha dichiarato tra l’altro “I vaccini ci hanno consentito di debellare malattie gravi e pericolose come morbillo, vaiolo, poliomelite, e molte altre. Come tutti i farmaci hanno delle controindicazioni, non a tutti possono essere somministrati. Ma non certo per le ragioni che qualcuno racconta” e aggiunge “Il problema è proprio questo. Nessuno nega il diritto di tribuna a chi pensa che i vaccini abbiano una relazione con l’autismo. Ma non si possono mettere sullo stesso piano i risultati a cui è giunta in decenni di studi la comunità scientifica con il parere del primo blogger che passa. I cittadini hanno diritto a un informazione corretta su un tema sensibile come questo”.
E sui medici che sconsigliano “ci sono medici che sconsigliano ai genitori di far vaccinare i loro figli. Ma sono pochissimi, e per lo più male informati. La comunità scientifica e medica, unanimemente, sostiene che i vaccini sono uno strumento per ora insostituibile per prevenire malattie gravi e mortali”

Il Codacons: “Il problema non è certo rappresentato dai vaccini, ma dal business che ruota attorno a tale settore – spiega il presidente Carlo Rienzi – L’industria farmaceutica guadagna infatti fior di quattrini grazie alla prassi tutta italiana di somministrare il vaccino pediatrico in soluzione esavalente, laddove la legge prevede l’obbligatorietà solo per 4 vaccini”. E’ quanto fa sapere l’associazione di consumatori attraverso una nota stampa: “Nello specifico il D.M. 7 aprile 1999 riconosce come obbligatori l’antidifterite, l’antitetanica, l’antipoliomelite e l’antiepatite virale B. Tuttavia nelle Asl, anziché informare correttamente i genitori in merito alla disciplina legislativa sui vaccini, viene fornito ed iniettato ai piccoli un vaccino esavalente che contiene anche due vaccini facoltativi ossia pertosse ed infezioni da Haemophilus influenzale di tipo b. Tale pratica comporta un evidente spreco di soldi pubblici a carico del SSN pari a 114 milioni di euro all’anno a vantaggio delle multinazionali dei farmaci.
“E’ qui che il Ministero della salute e l’Aifa devono intervenire, obbligando le aziende farmaceutiche a realizzare prodotti che contengano solo i 4 vaccini previsti dalla legge, vietando l’esavalente che rappresenta uno spreco immane per la collettività e un regalo enorme per la lobby del farmaco” – conclude Rienzi
Il Codacons si mette infine a disposizione di quei medici che intendano contestare il provvedimento della Federazione degli Ordine dei medici che prevede la radiazione per chi sconsiglia il vaccino, per le dovute azioni legali da intraprendere.”

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *