Viareggio (Lucca). Uomo ai domiciliari chiede di stare in carcere: “Stufo di litigare in casa”

Roma, 7 maggio 2015 – Un uomo agli arresti domiciliari ha chiesto di tornare in carcere perché stufo dei continui litigi in casa con la convivente. In carcere potrebbe trovare quella serenità che gli arresti domiciliari non gli consentono, quasi come la pena in carcere sia più lieve di quella in casa dovendo sopportare la convivente per tutta la giornata.

[easy_ad_inject_1] L’uomo agli arresti domiciliari è un tunisino, relegato per provvedimento dei giudici alla sua abitazione di Torre del Lago Puccini frazione di Viareggio, in provincia di Lucca, si è spontaneamente presentato dai Carabinieri e li ha supplicati di riportarlo in carcere raccontando delle continue liti con la propria compagna.

L’uomo era stato posto agli arresti domiciliari per un furto compiuto nel 2014 a Viareggio. La Corte D’Appello di Firenze lo ha accontentato e liberato dai docimiliari disponendo che fosse condotto nel carcere di San Giorgio a Lucca.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l’autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore..
Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *