Violenza sessuale a Roma nel parco di Colle Oppio. 52enne salvata dai suoi cani

Roma, 26 agosto 2015 – Ancora un caso di violenza sessuale a Roma questa volta però sventato dagli amici a quattro zampe. Vittima una donna 52enne romana, aggredita domenica scorsa nel Parco di Colle Oppio da un 26enne di origine etiope e salvata dai suoi cuccioli di pastore tedesco.

[easy_ad_inject_1] A quanto si apprende la donna in quel momento stava portando a passeggiare i propri due cani, cuccioli di pastore tedesco, quando è stata avvicinata dall’uomo che avrebbe iniziato a palpeggiarla.

La donna avrebbe reagito ma ancor di più proprio i due cani che abbaiando si sono avventati sull’uomo di fatto impedendogli di continuare la violenza. La reazione dei cani e le urla della donna avrebbero poi attirato l’attenzione dei carabinieri che sono intervenuti ed hanno fermato l’uomo che è stato processato ieri per direttissima e condannato a tre anni di reclusione per violenza sessuale.

A quanto si apprende il 26enne era già stato condannato per atti osceni nel 2012.

[easy_ad_inject_2]

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

2 pensieri riguardo “Violenza sessuale a Roma nel parco di Colle Oppio. 52enne salvata dai suoi cani”

  1. Che ci fa un etiope tra i cespugli di Colle Oppio? E’ chiaramente senza fissa dimora, senza un contratto, senza un lavoro. Probabilmente senza un permesso di soggorno (che dura solo 3 mesi). Un personaggio del genere non andrebbe espulso? Lo arrestiamo, gli diamo asilo e cibo per poi rimetterlo in libertà e consentirgli di reiterare il reato? E’ questa la Roma di Marino e l’Italia di Renzi? Un Paese allo sbando. Siamo in balia di incoscienti ed irresponsabili. Aspettiamo che Isis alzi la bandiera nera sul Colosseo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *