World Cancer Day 2016. Tumori, Oms lancia allarme: colpiti mille italiani ogni giorno

Roma, 1 febbraio 2016 – Mille italiani ogni giorno si ammalano di tumore. Nel 2015 sono stati 363mila i casi di cancro diagnosticati. Sono numeri impressionanti che aumentano nonostante il progredire della medicina e delle terapie e che spingono l’Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, a rilanciare l’allarme tumori e ad incentivare sempre di più la prevenzione e la diagnosi precoce, uniche armi in grado di garantire una maggiore sopravvivenza del paziente, se non la guarigione stessa.

Nonostante ciò, nel 2015 nel nostro Paese sono stati quasi 180mila i morti per tumore, nel mondo 8,2 milioni. Tra pochi giorni, il 4 febbraio, si celebrerà in tutto il mondo il World Cancer Day 2016, la Giornata mondiale contro il Cancro, un evento che unisce la popolazione mondiale nella lotta contro quella che è diventata ormai un’epidemia globale.

Lo slogan di quest’anno è “We can. I can”, volto a sottolineare come ognuno di noi, sia come individuo che come parte della collettività, può fare la sua parte per ridurre il peso globale del cancro. L’obiettivo è di sensibilizzare cittadini e governi su prevenzione e diagnosi precoce.

Secondo l’Oms l’adozione di uno stile di vita più salutare basterebbe già di per sé ad evitare almeno il 30% dei morti per cancro. Il tumore è una patologia che colpisce in particolare i paesi industrializzati dove le persone sono più esposte a sostanze cancerogene dovute a smog, inquinamento, pesticidi. Tuttavia ci sono altri fattori che incidono pesantemente sui numeri del cancro, come il fumo, un’alimentazione errata, l’alcol, l’assunzione eccessiva di carni rosse o di zucchero, contenuto in elevate quantità specie nelle bevande.

Per quanto riguarda l’Italia, secondo l’ultimo censimento effettuato dall’Aiom e dall’Airtum, rispettivamente l’Associazione italiana di oncologia medica e l’Associazione italiana registri tumori, nel 2015 è diminuito il numero degli uomini colpiti da cancro (194.400), mentre è in crescita quello delle donne che è salito a 169.000.

I tumori più diffusi sono quelli al colon, al seno, al polmone, alla prostata e alla vescica. Va sottolineato che per alcune forme tumorali, come quelle al seno e alla prostata, nel 2015 la mortalità si è ridotta rispettivamente all’1,4% e al 2,8%.

Autore: Donato Paolino

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *