Yara. Riesame: negati i domiciliari a Bossetti

Brembate, 30 gennaio 2016 – Massimo Giuseppe Bossetti resta in carcere. Per lui niente domiciliari, nemmeno col braccialetto elettronico.

Lo hanno deciso i giudici del Tribunale del Riesame di Brescia nel respingere la richiesta dei domiciliari per Massimo Bossetti, il carpentiere di Mapello in carcere per l’omicidio della tredicenne Yara Gambirasio avvenuto nel 2010.

L’istanza presentata dai legali Paolo Camporini e Claudio Salvagni che chiedevano gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico motivando la richiesta con la mancanza dei presupposti di legge: il pericolo di reiterazione del reato per i legali non c’è, e in ogni caso il braccialetto elettronico sarebbe stato sufficiente a evitarlo.

Per Massimo Giuseppe Bossetti si tratta della decima volta che un organo giudiziario respinge l’istanza per i domiciliari: tre sono state respinte dal gip, due dalla Corte d’Assise, due dalla Cassazione e tre dal Riesame.

Autore: Vincent Dimaggio

Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *