You are here
Home > Esteri > Yemen. Bombardata casa ex presidente. Houthi accettano cessate fuoco

Yemen. Bombardata casa ex presidente. Houthi accettano cessate fuoco

Fallback Image

Sana’a, 10 maggio 2015 – I ribelli Houthi hanno accettato il cessate il fuoco umanitario di cinque giorni proposto dall’Arabia Saudita. Il cessate il fuoco partirà da martedì prossimo alle 23 ora locale. Lo ha reso noto il sito russo Sputnik che cita il portavoce dell’esercito yemenita.

[easy_ad_inject_1] Intanto questa notte gli aerei caccia della coalizione sunnita, guidata dall’Arabia Saudita, hanno bombardato nella capitale Sanaa, l’abitazione dell’ex presidente yemenita, Ali Abdullah Saleh.
A rivelarlo è la stampa locale con una nota dove si legge che sia Saleh che la sua famiglia sono rimasti illesi.

L’ex presidente Saleh è alleato degli sciiti Houti, contro i quali sono iniziati, il 26 marzo scorso, i duri scontri che hanno insanguinato lo Yemen.

Secondo quanto affermato da Johannes Van Der Klauuw,  rappresentante Onu in Yemen, “Molti civili sono intrappolati a Saada e non hanno benzina né trasporti”. Lo riferisce la Bbc. Van Der Klauuw si è detto “profondamente preoccupato” per i raid sauditi nel nord dello Yemen contro i ribelli Houti. Il bombardamento indiscriminato su aree popolate è contro il diritto internazionale, ha aggiunto Der Klauuw.

Si attendono altri bombardamenti della coalizione fino a martedì sera quando è previsto l’inizio del “cessate il fuoco”.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top