You are here
Home > Esteri > Zimbabwe. Leone Cecil ucciso da dentista americano: era la star dell’Hwange National Park

Zimbabwe. Leone Cecil ucciso da dentista americano: era la star dell’Hwange National Park

Fallback Image

Zimbabwe, 30 luglio 2015 – Un cacciatore professionista, Theo Bronchorst, un dentista americano, Walter Palmer, ed un’altra persona, sono stati convocati davanti al tribunale dello Zimbabwe con l’accusa di bracconaggio per aver ucciso illegalmente il 1° luglio scorso un leone, di nome Cecil, che era l’attrazione turistica del Parco nazionale Hwange. Lo fanno sapere, in una nota congiunta, la Zimbabwe National Parks and Wildlife Authority e la Safari Operators Association.

[easy_ad_inject_1]Secondo l’accusa, i due uomini arrestati a processo con l’accusa di bracconaggio, avrebbero attirato il leone in una fattoria fuori dai confini dell’area protetta e il dentista americano avrebbe anche pagato al cacciatore professionista ben 50mila dollari per una licenza di caccia per poter sparare a Cecil e ucciderlo. Dopodiché il turista statunitense, Walter Palmer del Minnesota di 55 anni, avrebbe lasciato il paese facendo perdere le sue tracce. Ad oggi, infatti, risulta ancora latitante.

Il leone era molto conosciuto e veniva regolarmente avvistato e ammirato dai turisti nell’area protetta del Hwange National Park.

Il dentista ha ammesso, attraverso un freddo comunicato stampa, di aver ucciso il leone ma che ignorava fosse protetto e si è giustificato dicendo che si era fidato delle guide locali che gli avrebbero riferito che la caccia in quella zona era legale.

Gli indagati per l’uccisione del leone, tre in totale poiché deve rispondere delle stesse accuse anche il proprietario della fattoria dove è stata ritrovata la carcassa del leone, rischiano fino a 15 anni di carcere, mentre tutto lo Zimbabwe piange la morte di Cecil, un bellissimo esemplare di 13 anni che ha perso la vita per mano di qualcuno che avrebbe persino pagato per il solo piacere di ucciderlo.

Intanto, al cacciatore professionista, Theo Bronchorst, è stata sospesa la licenza di caccia e il corpo del leone, tenuto come trofeo, è stato posto sotto sequestro.

Secondo la ricostruzione dei fatti, Cecil sarebbe stato attirato fuori dell’area protetta con un’esca durante la notte e sarebbe stato ferito con arco e freccia. Quando il giorno dopo il leone ferito è stato ritrovato, gli hanno sparato con un fucile, per poi scuoiarlo e decapitarlo. Un’azione orribile che si può definire da film horror eppure siamo davanti ad unfatto realmente accaduto che ha in sé una crudeltà infinita.

Il leone più famoso del parco indossava un collare Gps dal 1999 e faceva parte di un progetto di ricerca dell’Università di Oxford. Ora si teme per la sorte dei suoi cuccioli, poiché molto probabilmente l’altro maschio dominante, Jericho, ucciderà i suoi piccoli.

La triste scomparsa di Cecil sta mobilitando il popolo del web. Su Petition Site è stata lanciata una petizione online per chiedere giustizia per Cecil. Mediante la petizione si chiede, inoltre, alle autorità dello Zimbabwe di fermare il rilascio dei permessi di caccia per uccidere animali in via di estinzione. La petizione ha già raccolto oltre 432mila firme.
Non mancano post anche su Facebook e Twitter. La pagina web del dentista americano, autore dell’uccisione di Cecil, è stata invasa da commenti di utenti e attivisti che lo insultano e si dicono indignati per ciò che ha commesso.

Il povero Cecil è morto 40 ore dopo essere stato ferito, quando i cacciatori lo hanno rintracciato e finito a colpi di fucile, su un terreno privato.

Il dentista che ha ammesso di avere ucciso il leone Cecil ha riferito di essere stato costretto a chiudere il suo studio in Minnesota.

[easy_ad_inject_2]
Vincent Dimaggio
Le mie ultime notizie. Sono un news blogger appassionato di notizie e sono l'autore di questo sito web. Dal 2001 ho collaborato con numerosi siti di divulgazione e informazione sia generalista che di settore.. Per qualsiasi informazione o se vuoi aiutarmi a far crescere questo sito contattami su notizie@notiziefree.it
http://www.notiziefree.it

Similar Articles

Lascia un commento


Top